Giugno 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Insulto’, ‘non ci mancherà’: la reazione della Spagna alla decisione di Mbappe

“Insulto”, “non ci mancherà”: la scelta di Kylian Mbappé, che ha prolungato il contratto con il Paris Saint-Germain, ha provocato reazioni di rabbia e disappunto in Spagna e nelle file del Real Madrid, che aveva agognato un miracolo francese per molti anni.

La reazione che più ha colpito la pelle è stata quella di Javier Tebas, presidente della Liga, che non ha esitato a parlare di “insulto al calcio”.

“Quello che il PSG sta facendo per prolungare Mbappe con un sacco di soldi… dopo aver subito 700 milioni di euro di perdite nelle ultime stagioni e aver ricevuto uno stipendio da 600 milioni di euro è un insulto al calcio”.Tebas ha scritto su Twitter.

Secondo il rapporto annuale della polizia finanziaria francese (DNCG), il Paris Saint-Germain ha subito una perdita di quasi 225 milioni di euro durante la stagione 2020/21, segnata dalla crisi dei diritti televisivi della Ligue 1 francese e dalle partite a porte chiuse a causa della pandemia di coronavirus.

Après le tweet de Tebas, l’organe qui gère le football professionnel en Espagne a diffuso un comunicato dans lequel il affermare qu’il va déposer une “plainte” contre le PSG auprès de l’UEFA et des instances compétentes en France ‘European Union .

“LaLiga vuole dimostrare che questo tipo di accordo mina la sostenibilità economica del calcio europeo e, a medio termine, mette a rischio centinaia di migliaia di posti di lavoro e l’integrità sportiva, non solo nelle competizioni europee, ma anche nei nostri campionati nazionali”, LaLiga presenta nel suo comunicato stampa.

Secondo La Liga, lo è “flagrante” dal club “Come il PSG, che la scorsa stagione ha perso più di 220 milioni di euro, dopo aver accumulato 700 milioni di euro di sconfitte nelle ultime stagioni (…), con buste paga di circa 650 milioni di euro per la stagione 2021-2022, può offrire un accordo di questo tipo, mentre i club che possono presumere l’arrivo del giocatore senza mettere a repentaglio la sua busta paga si trovano nell’impossibilità di reclutarlo”.

“Lo amavo, ma non più”

READ  Scena surreale: Hit 20 minuti prima della sua gara Wilfried Happio vince il campionato francese con una benda sanguinante per occhi e naso.

“Ora non voglio più che venga al Real Madrid. Non ne vale la pena”David Pulido, un tifoso di 42 anni del Real Madrid, ha detto all’AFP, deluso e arrabbiato davanti al negozio ufficiale del Real in Gran Via, Madrid.

“Mbappé ha giocato entrambe le volte. Prima voleva venire a Madrid, ora per i soldi che restano al PSG. Mbappe non mi interessa più, mi dispiace. È un grande giocatore. A volte mi piaceva, ma non più .Non lo voglio nel Real Madrid”. Lui pianse.

Il giornalista spagnolo Julio Maldonado, soprannominato “Maldini”, ha riassunto così “Si tratta di soldi”: “Mbappé ha utilizzato sia il Real Madrid che il Paris Saint-Germain per cercare di ottenere un contratto migliore (…) e lì il Real Madrid aveva tutte le possibilità di perdere. È così semplice”.

In un’intervista a Tiempo de Juego della radio spagnola Cadena Cope, il presidente dell’Associazione dei tifosi del Real Madrid, Luis Caceres, ha confermato che “il Real Madrid ha vinto 13 Champions League senza Mbappe. Era con noi e non lo sarà. Dovrebbe mancare”.

I primi giocatori della “Casa Bianca” attivi sui social sono stati i due giovani brasiliani, Rodrigo e Vinicius, e poi l’uruguaiano Federico Valverde, senza che si possa dire che i loro messaggi siano direttamente legati alla decisione di Mbappe.

Il primo ha twittato una sua foto in abiti bianchi, mentre baciava il logo del Real Madrid, e il secondo ha postato una sua foto tra la folla del Santiago Bernabeu su Instagram, con il seguente messaggio: “+Madridista+, grazie mille per il tuo supporto durante tutta la stagione. Vincere questa maglia è qualcosa di inspiegabile. TQ (le iniziali ‘te quiero’, che significa ‘ti amo’ in spagnolo) Real Madrid!”

Quanto a Valverde, ha semplicemente scritto su Instagram: “Essere a Madrid è un privilegio che non tutti possono avere”.