Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Iniziato il 1° gennaio con la cecità”

Il governatore di Yaracuy, Julio Leon, ha confermato che altre 16 persone erano state ricoverate in ospedale, riferendosi ad “avvelenamento da etile da un prodotto artigianale non approvato dalle autorità sanitarie”.

Il consumo di queste birre artigianali a basso costo è esploso, in particolare nei quartieri popolari delle grandi città e nei villaggi dell’interno del Paese colpiti da una crisi economica senza precedenti.

Qualche goccia di liquido giallastro è rimasta in bottiglie galleggianti nel giardino della casa… La festa con i musicisti è continuata fino a tarda notte in una casa di Pueblo Nuevo. Poche ore dopo, nessuno sospettava che le morti fossero collegate.

Francia Agenzia di stampa

È iniziato il 1 gennaio dopo che ha perso la vista. Aveva le vertigini”, ricorda Jocelyn Oropeza, una casalinga di 27 anni, parlando di suo zio, Oswaldo Oviedo, una delle vittime.

Oviedo stava partecipando al funerale di un altro defunto quando i suoi sintomi sono peggiorati, costringendolo a recarsi in un centro sanitario.

Nel corso della settimana, i decessi sono raddoppiati. “Stiamo attraversando un momento doloroso (…), la maggior parte dei defunti sono amici e in parte anche fratelli”, si lamenta Winder Campos, fratello di Manuel Campos, al ritorno dal cimitero dove giace.

“Non sappiamo cosa abbiano preparato veramente”, dice Oropeza, ma “è molto strano che così tante persone siano morte in così poco tempo, tre giorni. L’origine dell’alcol non è ancora nota. La polizia vuole trovare il fornitori, ma anche la persona che l’ha venduta senza controllo e che l’ha portata alla festa è morta di tisi.

READ  Lo strabiliante salvataggio di un pilota d'aereo caduto sui binari di un treno (video)

Le autorità hanno interrogato i parenti e visitato la casa dove si è svolta la festa. Hanno prelevato campioni di quel poco alcol rimasto per l’analisi in laboratorio.

Una fonte della polizia ha detto all’AFP che l’alcol è stato adulterato con metanolo, una sostanza che può causare cecità, danni al fegato e infine la morte.

Mentre le indagini su “Slow Death” procedono, i vicini traumatizzati si riuniscono e chiacchierano su sedie di plastica in strada fuori dalle loro case.

Parlano delle vittime. Doris Barico, 56 anni, piange il fratello maggiore Carlos, 57 anni: “Ha vissuto una vita molto bella e molto felice”.