Agosto 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Infrastrutture: Washington e il Gruppo dei Sette hanno lanciato un’iniziativa che dovrebbe rispondere alla Cina

“Con i partner del G7, miriamo a mobilitare 600 miliardi di dollari entro il 2027 per investire in infrastrutture globali”, ha affermato la Casa Bianca poco prima del discorso di Biden che svela la proposta al vertice industriale del G7 nella Germania meridionale.

La Global Infrastructure Partnership dovrebbe, secondo la stessa fonte, “fornire infrastrutture sostenibili di alta qualità”.

Il cancelliere tedesco Olaf Schultz, che ha presentato il progetto insieme al presidente degli Stati Uniti, ha affermato che il G7 “si è posto l’ambizione di fare del mondo un’offerta migliore in termini di investimenti infrastrutturali”.

Gli Stati Uniti da soli hanno promesso di “mobilitare” circa “200 miliardi di dollari” in cinque anni per questo programma.

Ma questo atto, “mobilitare”, non significa che gli Stati stessi forniranno somme così colossali. Così Washington raggiunge un totale di 200 miliardi di dollari attraverso una combinazione di prestiti, finanziamenti pubblici – già in parte in essere – e finanziamenti privati ​​incoraggiati dall’esecutivo statunitense.

Gli occidentali vogliono prendere le distanze dalla Cina, che ha investito molto in molti paesi in via di sviluppo, per costruire infrastrutture attraverso il cosiddetto programma “Nuove vie della seta”, o per garantire l’accesso ad alcune materie prime.

Tuttavia, Pechino è accusata di realizzare i suoi progetti con prestiti poco utili, e anche francamente rischiosi, aggravando i problemi di debito di paesi già deboli.

Un alto funzionario della Casa Bianca ha detto domenica che l’attacco cinese ” va avanti da anni e ha portato a molti pagamenti in contanti e molti investimenti”, ma non è troppo tardi. “.

“Molti paesi che hanno ricevuto denaro o investimenti dalla BRI (acronimo in inglese di Belt and Road Initiative) ora si rendono conto, dopo anni, di essere più indebitati, che il loro PIL non è aumentato in modo significativo e che il cosiddetto investimenti Il suo nome è stato pubblicato “Non hanno raggiunto i loro abitanti”.

READ  Parents de quatre enfants, ils décèdent dans un terribile accident de la route

“E’ chiaro che l’Africa subsahariana sarà una delle principali priorità” per la partnership lanciata dal G7, ha affermato questo alto dirigente statunitense, ma ha sottolineato che anche l’America centrale, il sud-est asiatico e l’Asia centrale sono regioni “molto importanti”. .