EVIDENZA Salerno

Volley, serie C maschile: sconfitta al tie break per l’Indomita

Non ce l’ha fatta l’Indomita di coach Tescione a superare il GranVolley Sparanise nel match casalingo alla Senatore. Pratica terminata 2 a 3 a favore dei casertani

Due set ad altissimo livello non bastano all’Indomita per piegare lo Sparanise e tornare a vincere. Alla Senatore dopo oltre due ore e un quarto di gara, a conquistare la vittoria è la formazione ospite che sotto di due set, recupera e vince al tie break.

Grande amarezza in casa Indomita perché la prestazione della squadra di coach Tescione è stata a tratti perfetta. In campo con Citro e Di Pace centrali, Zaccaria e Tescione di banda, Morriello in regia, Rizzo libero e Pagano opposto nel primo set l’Indomita parte benissimo. Non sbagliano praticamente nulla i ragazzi di coach Tescione. Vanno a segno Zaccaria, Tescione, i due centrali e al time out tecnico il tabellone della Senatore dice 12-3 per l’Indomita. Al rientro in campo non cambia la musica. Zaccaria firma il 16-6 poi lo Sparanise prova la rimonta e torna anche a meno 4, 16-12. Ma i punti di Citro e Tescione, tre dei quali consecutivi, rilanciano i padroni di casa che chiudono 25-15.

Il secondo set, invece, inizia nel segno dell’equilibrio con le squadre che si fronteggiano punto a punto. L’Indomita prova ad allungare e con due punti consecutivi di Zaccaria, dopo quelli di Tescione e l’ace di Di Pace va sul 10-6. Lo Sparanise lotta e torna a meno uno al time out tecnico, 12-11. Poi salgono in cattedra i due centrali dell’Indomita, Citro e Di Pace che tra muri e primi tempi mettono a segno il break decisivo con l’Indomita che va sul 21-15. Tescione realizza il 23-18 poi Citro con un attacco e con un muro chiude 25-19. Senatore in festa ma nel terzo set in campo c’è un altro Sparanise. La squadra ospite approfitta di un calo di tensione dell’Indomita e scappa subito via nel punteggio.

Dopo il time out tecnico (7-12) a suonare la carica in casa Indomita sono Pagano e Morriello. Proprio il capitano mette a terra il pallone del -2, 13-15, che riapre il set. E’ solo un’illusione, lo Sparanise infila otto punti consecutivi e va chiudere 25-16. Nel quarto set parte ben lo Sparanise ma Pagano e Citro si fanno sentire a muro, Tescione finalizza in attacco e l’Indomita, dall’1-3 passa all’8-7. Ma questo quarto parziale è a dir poco combattuto. Il punteggio non si smuove dall’equilibrio. L’Indomita riesce ad avere due punti di vantaggio in due circostanze, sul 17-15 dopo due punti consecutivi di Citro e sul 18-16 dopo il mani e fuori di Di Pace.

Ma Sparanise ricuce e mette la freccia e va 20-22. Un muro di Pagano riaccende le speranze, 21-22, ma l’aggancio non c’è. Ci sono due setpoint per gli ospiti. Il primo lo annulla con un attacco devastante Zaccaria, ma l’Indomita nulla può sul secondo: 23-25 e tie break. Il quinto set si apre nel segno di Zaccaria che con tre punti consecutivi manda l’Indomita subito sul 3-0. Ancora una volta la squadra ospite ricuce e sorpassa, 3-5. Ma è ancora Zaccaria, top scorer del match con 24 punti, a tenere su l’Indomita che però al cambio di campo è sotto di 3, 5-8. Vanno a segno Tescione e Citro ma dall’altra parte non ci sono errori. E’ un ace di Autuori a ridare speranza ai ragazzi cari alla presidente Maria Ruggiero che ritrovano la parità a quota 11. Sale la tensione, ma lo Sparanise è più lucido e dopo un primo matchpoint annullato da Zaccaria, chiude 15-13 espugnando così la Senatore.

Per l’Indomita quindi un solo punto, gli applausi e qualche rimpianto. Ma anche la consapevolezza che da qui ai play off questa squadra potrà solo crescere: “Il nostro obiettivo è arrivare nelle migliori condizioni possibili, sia fisico sia tecnico tattico ai play off” – ha dichiarato il tecnico Tescione al termine del match –“ Rispetto a sabato scorso aspettavo risposte e sono arrivate, perché la squadra si è espressa molto meglio. Nei primi due set i ragazzi sono stati bravi, poi dal terzo siamo calati un po’ nella fase di contrattacco e dal punto di vista fisico. Non posso che essere comunque soddisfatto. Abbiamo avuto nel quarto set la possibilità di gestire il vantaggio, alcuni palloni che bisognava gestire li abbiamo forzati. In ogni caso ora torniamo in palestra pronti per lavorare guardando ai play off, quando inizierà un altro campionato”.

 

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi