Attualità EVIDENZA

Incidenti stradali: nel 2015 quasi 3500 le vittime

Un dato provvisorio ma allarmente quello diffuso dall’ISTAT, l’Istituto Nazionale di Statistica, che rende disponibili i numeri di una triste realtà: sono 173.892 gli incidenti stradali registrati nell’anno 2015 con lesioni a persone, e che hanno provocato 3.419 vittime (morti entro il 30°giorno) e 246.050 i  feriti.

L’aumento dei morti in incidenti stradali ha riguardato in particolar modo i motociclisti (769,+9,2%) e i pedoni (601,+4,0%). Sono 748 maschi e 671 femmine le vittime di incidenti stradali. I conducenti deceduti sono 2.342 (2.094 uomini e 248donne), i passeggeri 476 (269 uomini e 207donne) e i pedoni 601 (385 uomini e 216 donne). Sia per gli uomini che per le donne, la classe di età con il maggior numero di decessi è quella tra i 20 e 24 anni.

Tra i comportamenti errati più frequenti, sono da segnalare la guida distratta, il mancato rispetto delle regole di sicurezza e precedenza e la velocità troppo elevata (nel complesso il 44,0% dei casi). Le violazioni al Codice della Strada più sanzionate risultano:

1) l’eccesso di velocità;

2) il mancato utilizzo di dispositivi di sicurezza (cinture, casco, occhiali da vista, auricolari e sistemi di ritenuta per bambini);

3) l’uso improprio di telefono cellulare alla guida.

Per la guida in stato di ebbrezza alcolica e la guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti la Polizia Stradale, Carabinieri e Polizie Locali dei Comuni capoluogo hanno contestato complessivamente nel 2015 rispettivamente 42.857 e 4.518 violazioni.
Nel 2015 il maggior numero di incidenti stradali con lesioni a persone si è verificato nel mese di luglio (17.363) e anche la frequenza di incidenti risulta più elevata in questo mese estivo, sia sulle strade nell’abitato che in quelle fuori (12.815 e 4.548 incidenti). Seguono il mese di giugno per numerosità di eventi sulle strade urbane,(12.123 incidenti) e agosto per quelli sulle strade extraurbane (4.107). Anche il maggior numero di vittime è stato registrato a luglio, per tutti gli ambiti stradali (392 morti). Febbraio invece è stato invece il mese con il minor numero di incidenti e di vittime in incidenti stradali.

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi