Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Salerno video

Incendi, Trincerone e Fab Lab, Servalli svela le prossime mosse

Torna l’approfondimento politico targato laRedazione.eu. Torna con una “chiacchierata” stimolante e a tutto tondo con il sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli.

Un’estate difficile quella che sta per concludersi vissuta dalla Città con il cuore spezzato dagli incendi che hanno devastato per giorni le nostre montagne.

E anche durante il tempo della nostra intervista bruciavano ancora i monti che costeggiano il Sambuco e lo scoramento del primo cittadino era evidente, così come la sua risolutezza nel raccontarci della denuncia appena presentata ai Carabinieri per le azioni dubbie condotte da un elicotterista nel corso di un intervento di spegnimento. Intervento ripreso in un video e portato, appunto, all’attenzione delle forze dell’ordine.

E dall’emergenza incendi c’è ora da fare i conti con il rischio idrogeologico. La macchina amministrativa, come ha raccontato ai nostri microfoni il sindaco Servalli, è da giorni all’opera per organizzare alcuni interventi di messa in sicurezza, nel limite delle possibilità, per scongiurare conseguenze serie in vista delle precipitazioni che si prevedono per il fine settimana. Interventi cominciati da Monte Sant’Angelo e dalla frazione Sant’Anna con opere di canalizzazione.

Spostando l’argomento sulle opere pubbliche al primo cittadino cavese abbiamo poi chiesto di commentare l’affidamento in concessione d’uso dell’immobile, di proprietà comunale, dell’ex mercato coperto di viale Crispi, il cosiddetto Fab Lab, destinato a diventare un centro per l’artigianato digitale e ad incubare piccole e moderne attività artigianali.

Ad aggiudicarsi la concessione dell’immobile è stata la Medaarch s.r.l. di Cava de’ Tirreni per un canone annuo di 4410 euro.

Il Comune, secondo quanto prevede il bando, provvederà entro 90 giorni all’acquisto di arredi, attrezzature e macchinari necessari all’allestimento del Fab Lab, per un tetto massimo di 90mila euro. La concessione durerà 5 anni e sarà rinnovabile per altri 5.

Rimandata, invece, l’apertura, prevista per l’8 settembre in occasione della festa della Madonna dell’Olmo, della rampa che dalla Tengana giunge in via Caliri, a causa di alcuni imprevisti, risolvibili, fanno sapere da Palazzo di Città, in pochi giorni.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi