Dicembre 7, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il successo dell’italianissimo Bordeaux

Bordeaux (33) L’instancabile chef italiano apre una serie di aperture dalla sua prima Austria nel 2017 al centro di Bordeaux. Man mano che il successo cresce, si affida costantemente alla qualità per investire ed è sopraffatto dalle idee.




Dal 2017, anno in cui Bordeaux ha aperto il suo primo ristorante, Bardolo Russo Non piove. Pochi mesi dopo la cerimonia di apertura dell’Osteria da Bartolo, lo chef italiano ha aggiunto due sale sulla stessa strada per soddisfare la crescente domanda. Oggi l’Osteria è aperta tutti i giorni a pranzo ea cena e serve dalle 500 alle 600 carte al giorno. Nel 2019, nel quartiere Saint-Augustine dove vive, Bartolo Rousseau scopre un piccolo ristorante da 14 posti, in cui apre una trattoria. Tre mesi fa, lo stabilimento è stato rapidamente chiuso a causa di un’epidemia. “Ho ricevuto centinaia di email dai miei clienti che chiedevano una vendita da asporto, cosa che ho fatto. Ora abbiamo questo locale solo come ristoratore e salumeria”, Egli ha detto. Nell’agosto 2021 torna nel centro di Bordeaux con Bella Napoli, focacceria che serve street food napoletano, altro aspetto del suo lavoro preferito. Parallelamente, nella stessa strada, lo aspetta un’altra stanza. Ha in programma di allestire lì un ristorante da 65 posti dedicato alla cucina amalfitana: Delicia da Bardolo ha aperto a marzo 2022.Questo è un posto molto tradizionale, più tranquillo dell’Austria, con un solo servizio. Proponiamo specialità come il carpaccio di polpo, i calamari ripieni, i ravioli capresi… E per la prima volta un pasticcere – il migliore di Napoli – prepara i dolci. Lui sorrise. L’arredamento è solitamente amalfitano, tavoli vulcanici colorati e piatti in ceramica. Bardolo Russo oggi impiega 60 persone, tra cui più di 50 italiani, reclutate principalmente attraverso l’Istituto Statale Columbato di Torino, dove lo chef a volte dà lezioni.

READ  Un watchdog italiano anti-concorrenza sta indagando su Google per abusi di portabilità dei dati

Promuovere la produzione locale italiana

Lo chef non è sceso a compromessi sulla qualità degli ingredienti: “Mi piace proporre prodotti che non trovi da nessun’altra parte, come i vini di Buglia, i crauti, i formaggi di piccoli produttori italiani che non si vedono di fronte ai grandi gruppi. Vado in Italia due o tre volte al mese. Cerca di conquistare l’unicità sulla carne della razza bovina italiana cyanina, sconosciuta alle tavole bordolesi. Gli imprenditori hanno allestito un laboratorio nella zona di Bordeaux per ricevere tutti i prodotti inviati alle varie aziende. In loco, 14 chef preparano pizza pasta, pasta fresca e fritti. Ciò semplifica la disposizione e libera spazio nei ristoranti. Bartolo Russo alla fine vuole fare i suoi formaggi di latte di bufala. Il suo obiettivo: “Mostra il nostro prodotto ai clienti e non fare affidamento sulle forniture italiane. Sto aspettando l’approvazione del veterinario. Cerca anche un locale nel centro di Bordeaux per allestire negozio e laboratorio di pasticceria napoletana. Nel quartiere di Saint-Augustine, all’inizio del 2023, ha trovato un posto tra 150 e 200 posti, con tante proposte in un unico posto. E non starà lì.

#Italia #BartoloRusso #Bordeaux