Dicembre 2, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il sottomarino d’acciaio della US Navy fallisce gli stress test, l’ingegnere lo ha manomesso

I sottomarini nucleari della US Navy sono costruiti con materiali non conformi, dopo che un ingegnere metallurgico americano per 30 anni ha manomesso test di resistenza dell’acciaio che si supponeva resistere a pressioni di immersione estreme e temperature estreme.

Eileen Thomas, 67 anni, si è dichiarata colpevole di una grave frode nel tribunale dello stato di Washington per aver falsificato questi test per nascondere che l’acciaio fuso nella sua fonderia non sempre soddisfa gli standard della Marina degli Stati Uniti.

Rischia 10 anni di carcere e una multa di 1 milione di dollari quando viene condannata a febbraio.

Uno dei primi ingegneri metallurgici del paese

Eileen Thomas, uno dei primi ingegneri metallurgici del paese negli anni ’70, ha supervisionato i test della fonderia della Bradkin Company a Tacoma, un sobborgo di Seattle.

Questa fonderia è l’unica nel paese in grado di produrre acciaio abbastanza resistente da soddisfare i requisiti della Marina degli Stati Uniti e si rivolge ai grandi gruppi di difesa che costruiscono sottomarini d’attacco.


►►► Leggi anche: Corona Virus: il segretario della Marina degli Stati Uniti si dimette dopo che la portaerei Roosevelt è stata infettata


Tra il 1985 e il ritiro di Eileen Thomas nel 2017, la metà delle cozze prodotte dallo stabilimento di Tacoma non soddisfaceva questi criteri, quindi ha affinato i risultati correggendo manualmente i numeri.

In sua difesa, l’ex mineralogista ha affermato che “Non era destinato a compromettere la sicurezza del materiale“.

La Marina degli Stati Uniti ha rifiutato di commentare. Tra il 1985 e il 2017, il Pentagono ha acquisito dozzine di sottomarini, di cui circa 40 ancora in servizio.

READ  Impostare automaticamente il nome del padre prima del nome della madre del bambino è discriminatorio