Ottobre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il servizio ti consente di non essere in grado di localizzare una posizione utilizzando il tuo smartphone

Un nuovissimo servizio promette di migliorare la privacy dei telefoni Android, per prevenire lo sfruttamento dei dati. senza meta? Riduci al minimo il monitoraggio degli utenti online. Questo è Pretty Good Phone Privacy, o PGPP.

Una nuova società, soprannominata Invisv, sta introducendo i dati mobili progettati per separare gli utenti con credenziali specifiche. Un mezzo per impedire agli operatori o ad altri di accedere ai metadati dei clienti, alle informazioni sulla posizione o alla navigazione mobile. Questo è un modo per impedire il tracciamento.

L’obiettivo è ovviamente quello di sostituire la geolocalizzazione con IMSI, per l’identità di abbonato mobile internazionale. Questo identificatore è un numero univoco assegnato alla SIM card dall’operatore che permette di determinare la geolocalizzazione degli utenti grazie alle antenne a relè. Quindi, per autenticare l’utente e verificare che abbia realmente accesso alla rete. Contiene diversi numeri che possono essere utilizzati per trovare determinate informazioni sull’utente relative alla carta SIM, come il paese e la sua rete mobile.

Separare gli utenti per credenziali specifiche

In qualità di operatore di telefonia mobile virtuale, Invisv, che ha avuto origine nel Pretty Good Phone Privacy Service, consente di trasferire i dati di contatto dei ripetitori di telefoni cellulari. Il servizio di inoltro consente di separare l’indirizzo IP dell’utente dalla sua navigazione web. Pertanto, per separare gli utenti dai loro metadati, posizione o informazioni di navigazione. Pertanto, separando l’autenticazione e la connessione di rete, diventa sempre più difficile monitorare gli utenti da parte degli operatori mobili.

Il processo è relativamente semplice. Un gateway, chiamato “PGPP-GW”, intercetta i token di accesso degli abbonati, chiamati “token PGPP”. È distribuito da Invisv in anticipo e non è associato all’identità dell’abbonato. Tieni presente che il servizio Invisv attualmente funziona solo con Dispositivi Android compatibili tecnologia eSIM.

READ  Un senzatetto è morto in ospedale

2 confezioni

Invisv offre un piano PGPP “Mobile Pro” per $ 90 al mese. Fornisce agli utenti 30 cambi di numero IMSI casuali al mese. Le modifiche possono essere effettuate automaticamente o su richiesta. Nello specifico, né Invisv né le torri cellulari sanno quale IMSI utilizzare. Il piano “Mobile Core” offre otto cambi di numero IMSI al mese per $ 40 al mese e 9 GB di dati ad alta velocità al mese.

_
Segui Geeko su FacebookE il Youtube e altri Instagram Per non perdere nessuna novità, test e consigli.