Dicembre 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il regista Christophe Gans licenzia “Le Gendarme de Saint-Tropez”: “una maledizione sul cinema francese”

Non è un segreto: il cinema francese raramente attira più il pubblico nei cinema. E per il regista Christoph Ganz, la colpa è obliquamente con una delle commedie più popolari di tutti i tempi.

“Perché non ci sono John Carpenter o Dario Argento in Francia?” chiedendosi Telerama . Prima di attaccare il sistema produttivo esagonale: “Meno sono creativi, più sembrano qualcosa che possono fare, meglio è! Ciò che mi ha sorpreso, in tutti questi anni, è la loro pura pigrizia”.

E puntare il dito contro il comandante maresciallo Crouchot e il sottufficiale Gerber. “La maledizione del cinema francese, nonostante tutto il mio amore per Louis de Funes, è gendarme st tropez. Nel 1964, il gran premio è stato! Un gruppo di comici sulla spiaggia, che gira nella banda colorata e, all’arrivo, quindici milioni di spettatori. L’orizzonte, da lì, era quello di fare, rifare e rifare le acrobazie cinematografiche di Jean Girault. Questo è il motivo principale per cui non esiste un cinema di qualità, che gioca sul patrimonio culturale”.

Ricordiamo che Christoph Gans ha una sola vittoria al suo attivo, patto dei lupi (5,1 milioni di accettazioni nel 2001) e non è andato in tournée dal remake La bella e la bestia nel 2014.

READ  Oggetti misteriosi sono stati trovati nascosti nel famoso dipinto di Vermeer