Agosto 15, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il rapper Bubba vuole finire il lavoro toccante: “Questa storia non è uno scontro, è una richiesta di giustizia”

Da diverse settimane, il rapper Bubba sta conducendo una guerra sui social network contro influencer che chiama “influencer”. In un’intervista a Liberation pubblicata in prima pagina venerdì, il rapper ha affermato di essere un “whistleblower” contro le pratiche di alcuni influencer e ha invitato il mondo politico e le autorità pubbliche a “rispondere” per evitare truffe.

Uno dei suoi obiettivi in ​​questa lotta: l’influencer Magali Berdah, che lui chiama la “Regina dell’assurdo”, che è anche editorialista di Touche Pas A Mon Poste e autrice di Shauna Events, che gestisce i contratti pubblicitari per la maggior parte dei reality. influencer in Francia.

Se Boba, soprannominato anche il “Duca di Boulogne”, duellava contro questi influencer, era per denunciare il loro discutibile lavoro. Quindi vuole porre fine a questo “mondo totalmente falso”.

Esperti in materia, i rapper rivelano le pratiche utilizzate da questi influencer per guadagnare facilmente (molti) soldi tramite il dropshipping, un sistema di vendita che consente agli e-merchant di vendere prodotti senza doverli acquistare. Un noto concetto di marketing per influencer che considerano persone “senza talento” che promuovono una “cultura del vuoto”.

“Ora che ci sono dentro, devo finire”

“Il loro delirio lì, il drop shipping, è disgustoso. E io, poiché ho influenza e sto seguendo le reti, il mio compito è denunciarlo”, ha spiegato in Liberation prima di fare un esempio di drop-shipping. “Ad esempio, paghi 38 euro online per una crema o qualcos’altro, e nel migliore dei casi ricevi un misero tubetto da 5 euro nel pacchetto AliExpress, e spesso niente del tutto. Prendono 33 euro tranne te, i tuoi soldi sono oro .”

Eli Yaffa, il suo vero nome, promette di combattere fino in fondo la sua battaglia contro le truffe degli influencer. “Mi rendo conto oggi che ci sono molte persone che aspettano che gli venga detto il passaggio di questo autobus. Ma ora, l’autobus di Bubba è lì per raccogliere tutti coloro che vogliono vederli pagare per i loro crimini. Ora che sono coinvolto in questo, ho bisogno di finire.

READ  William et Kate forcés d'annuler une visite dans un village de Belize: "Nous ne voulons pas qu'ils atterrissent sur nos terres"

L’inizio di questa guerra ha avuto inizio con una storia tra Bubba e Marc Plata, un ex candidato ai reality TV diventato influencer e criptovaluta in particolare. “Marc Plata, ha intrapreso una crociata contro di me per la storia di un orologio falso che avevo prestato. Ha iniziato a raccontare ogni tipo di bugia su di me. Ho scoperto il suo lavoro nelle criptovalute e il trading completamente fraudolento da lì. Da lì , ho combattuto una guerra contro di lui sui social network”, spiega That per liberare il rapper 45enne che attualmente vive a Miami.

Bannato da Instagram a causa di segnalazioni

Boba ha poi voluto capire perché migliaia di utenti di Internet hanno accusato gli influencer di inganno sui social network. Il rapper ha poi svelato diversi esempi di frode mentre attaccava, a volte volgarmente, “influencer” come li chiama lui. Tuttavia, il suo account Instagram è stato chiuso a causa di diverse segnalazioni. “Condanno i truffatori, hanno chiuso il mio account invece di impedire loro di rubare. Quando sono andato in guerra e ho esposto il loro sistema, hanno iniziato a segnalare i miei account ovunque. Li ho presi di mira, è vero, ma per le loro truffe evidenti quel numero poteva Non essere il Grande dei Demoni.”

In qualità di informatore, Bubba vuole far crollare un intero sistema e far reagire il mondo politico. Ha anche intrapreso un’azione legale contro Majali Bardah in particolare. “Abbiamo presentato denunce e segnalazioni ai reparti specializzati (…) le autorità devono reagire, non sono il ministro delle Frodi”, spiega prima di squalificare alcuni passaggi del suo passato sulfureo.

READ  «Elle a prouvé qu'elle avait les épaules pour le rôle»

“A volte, vengo trattato come se non fossi un chierichetto perché mi imbatto in Karis, ma lì non c’è niente da fare. Ci sono problemi di soldi, un sacco di soldi. Gli influencer fanno soldi. I soldi sono così veloci che non lo fanno hanno il concetto di realtà. La loro strategia difensiva contro di me è il plagio. se stessi. Ma non perdiamo di vista chi sta defraudando le persone, in questo caso sono un avviso di calunnia “, descrive la persona che si toglie il cappello del rapper in questa lotta.

“Questa storia non è una lotta, è una richiesta di giustizia. E quando sarà finita, porterò le arance a Magali Berda”, promette.

Pochi giorni fa, su Instagram, Magali Berda ha indicato tramite un comunicato stampa di aver intrapreso un’azione legale anche contro Bubba per “molestie online di massa” e in particolare grazie a questa azione legale l’account del rapper è stato bloccato sui social. Rete.