Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il distributore vallone Ores non aumenterà i prezzi il prossimo anno

Urs, il più grande operatore della rete di distribuzione in Vallonia, ha deciso, su richiesta del governo vallone, di non richiedere un aumento delle tariffe di distribuzione per il 2023, è stato annunciato mercoledì.




Dai video

Tuttavia, l’operatore di rete sta affrontando un forte aumento dei costi. Pesa invece sui minerali un’inflazione superiore al previsto, che dovrà mobilitarsi per far fronte all’aumento dei costi, secondo le sue stime, “più di 60 milioni di euro attualmente non coperti dalle tariffe”.

Ores, invece, si considera un grandissimo consumatore di elettricità e gas, con il gestore della rete che deve acquistare 800.000 MWh ogni anno. Gli Orchi stimano a questo punto che il costo aggiuntivo che dovrebbero affrontare per il solo 2023 sarebbe di 90 milioni di euro non coperti dalle tariffe attuali.

Ciò non ha impedito al Consiglio di Amministrazione di prendere all’unanimità la decisione di mantenere la tariffa 2023 al livello attuale e di non far sostenere ai clienti tali aumenti di costo. Per fare ciò, Ores mobiliterà tutti i risparmi realizzati dall’azienda tra il 2019 e il 2021. Il governo vallone mobiliterà i mezzi dell’azienda per alleggerire il conto per i consumatori nella regione vallona”, abbiamo spiegato in un comunicato stampa.

Inoltre, Ores afferma di voler “mantenere l’evoluzione del prezzo di distribuzione al di sotto dell’inflazione reale durante il prossimo periodo tariffario, con la conferma del Piano Industriale Ores 2022-2037, caratterizzato da maggiori investimenti nei sistemi di distribuzione di più di un miliardi di euro nel periodo, con un incremento di oltre 30 miliardi di euro”.

READ  4 belgi su 10 acquistano bevande nei paesi vicini: una perdita di 369 milioni di euro, secondo FIEB

Ores ha anche annunciato che si tratta di una “risorsa sociale” che attuerà un piano invernale “adattato alle grandi difficoltà incontrate da molti dei suoi clienti”. Concretamente, le risorse vengono mobilitate per migliorare la capacità del call center di rispondere alle domande e ai dubbi dei clienti. Oes rafforzerà inoltre la sua cooperazione con le istituzioni sociali competenti, in particolare CPAS, per fornire soluzioni individuali per i casi più gravi.

Infine, “un’attenzione molto particolare” sarà riservata ai casi di difficoltà di pagamento giustificate dalle attuali condizioni di alti prezzi dell’energia. Prima del prossimo inverno, Ores offrirà a tutti i clienti che effettuano un ordine, misure speciali per finanziare gli aumenti della fattura al fine di consentire loro di distribuirli nel tempo e quindi mitigare gli attuali aumenti dei prezzi.

I minerali sono presenti in quasi 200 comuni valloni, il che ne fa il principale gestore della rete di distribuzione nel sud del paese.