Gennaio 20, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il direttore generale dell’OMS non ha indicato che i vaccini contro il Covid fossero “usati per uccidere i bambini”

Un breve estratto di una dichiarazione del direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus, sta circolando su diverse piattaforme online. In questo estratto, il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità che ha menzionato la dose “booster” ha affermato di aver pronunciato correttamente le parole “kid-kill” ma ha semplicemente commentato la parola “bambini” in inglese.

Su molti social network tra cui Twitter ma anche in articolo britannico o acceso Youtube, gli utenti suggeriscono che il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che “I paesi stanno deliberatamente ricordando ai bambini il vaccino contro il Covid-19 nel tentativo di ucciderli“.


►►► Questo articolo Non è un articolo come gli altri, fa parte del progetto di verifica dei fatti di Jaws. Per saperne di più sul lavoro di convalida delle notizie di Faky e RTBF, fare clic su qui.


Fai un video del dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus che dice in inglese: “È meglio concentrarsi su questi [vulnerable] gruppi a rischio di gravi malattie e morte, piuttosto che, vediamo, alcuni paesi usano dare booster per uccidere i bambini, il che non è vero. “

In francese dà: “È meglio concentrarsi su questi gruppi [vulnérables] Il che rappresenta un rischio di malattia grave e morte, piuttosto che alcuni paesi usano un promemoria per uccidere i bambini che non è vero come vediamo.

Da dove viene questa affermazione?

Il video proviene da una conferenza stampa dell’Organizzazione mondiale della sanità il 20 dicembre 2021 a Ginevra, in cui Ghebreyesus ha invitato il mondo a impegnarsi e prendere le difficili decisioni necessarie per porre fine all’epidemia di Covid-19 entro un anno.

READ  Le Pen e Zemmour invitano gli elettori LR "delusi" da Valérie Pécresse a unirsi a loro

►►► Vuoi controllare alcune informazioni o fare riferimento agli ultimi articoli di convalida delle notizie? : Vai su Faky, la piattaforma RTBF per combattere la disinformazione


In questo intervento, Il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus ha anche menzionato le iniezioni di richiamo, che sono anche chiamate “rinforzi”. Hanno detto che l’immunizzazione delle persone nei gruppi vulnerabili nei paesi in via di sviluppo dovrebbe avere la priorità sull’immunizzazione dei bambini nei paesi ricchi.

Connetti nella pronuncia della parola “bambini”

Come ha detto un portavoce dell’OMS alla BBC, Tedros Danum Ghebreyesus ha commentato la parola “bambini” durante il suo discorso e ha inavvertitamente cambiato la parola “bambino” in “Kel” e poi si è ripreso immediatamente pronunciando la parola “bambini” che ha dato la sequenza “Bambini che uccidono“, Questo è “Bambini che uccidono“.

Un portavoce dell’OMS ha dichiarato alla BBC:Qualsiasi altra spiegazione per questo non è corretta al 100%.

“Lapsus da detective”?

Alcuni attivisti del vaccino contro il Covid-19 affermano che, sebbene si tratti di un errore verbale, potrebbe trattarsi di un “sbaglio pop-up”.

Tuttavia, le campagne di vaccinazione rivolte ai bambini tra i 5 ei 12 anni sono appena iniziate in tutto il mondo. Ad esempio, Israele, che sta sistematicamente avanzando con le campagne di vaccinazione contro il virus Corona dopo aver iniziato prima di altri paesi a somministrare il vaccino Pfizer, ha iniziato a vaccinare i bambini di età inferiore ai tredici anni. a fine novembre.

READ  Doppio terremoto al largo dell'isola greca di Creta

►►► Leggi anche: Dai un’occhiata a tutti i nostri articoli per verificare i fatti


In questo contesto, sembrerebbe del tutto inconsistente che il capo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità possa, a questo punto, invocare la vaccinazione dei più piccoli in un intervento per evocare la dose “booster”, ovvero la terza dose del vaccino contro il Covid-19. , da Pfizer sulla questione dell’accesso alle vaccinazioni nei paesi in via di sviluppo Queste dosi aggiuntive sono attualmente disponibili solo per le persone che hanno ricevuto l’ultima dose più di cinque mesi fa.

Informazioni sulla newsletter

Ricevi le principali notizie ogni mattina.

ok