Ottobre 3, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il corpo dell’italiano Alberto (30) è stato ritrovato due mesi dopo la sua scomparsa sulle Ande in Perù.


Alberto Fedale, 30 anni, ha lasciato la città di Urubamba il 4 luglio per fare un’escursione sul monte Chicon di 5.530 metri nella regione di Cusco (sud-est) e non ha mostrato segni di vita.

“Abbiamo trovato e recuperato il corpo di un cittadino italiano scomparso da diverse settimane”, ha detto al telefono all’AFP un portavoce della polizia di alta montagna di Cusco.

La polizia ritiene che la morte sia stata accidentale, il risultato di una “caduta da un dirupo”. Sul posto sono stati trovati effetti personali, compreso il cellulare della vittima.

Sabato una pattuglia si è recata alle pendici di Sigon, dove i residenti hanno trovato il corpo “in una zona collinare”.

“Il corpo è stato portato all’obitorio di Urupamba per ulteriori indagini”, ha detto il portavoce.

Urubamba, una cittadina di 15.000 abitanti situata a 50 km a nord di Cusco, è frequentata dai turisti che visitano la cittadella Inca di Machu Picchu.

La turista belga Natacha de Crombrugge, 28 anni, è scomparsa dal 24 gennaio durante un’escursione nella gola del fiume Colca dopo aver visitato Machu Picchu.

Negli ultimi cinque anni, secondo la stampa locale, altri due turisti, uno spagnolo e un cittadino americano, sono scomparsi nell’area di Cusco.

READ  Chambery: Un festival vis-à-vis franco-italiano si sta preparando