Dicembre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il cittadino belga di 42 anni ha avuto una massiccia emorragia cerebrale, “Mia moglie stava morendo”

“Mia moglie sarebbe potuta morire”. Questo è ciò che Evan incolpa di AZ Voorkempen Malle, che venerdì mattina ha lasciato andare sua moglie con antidolorifici e antibiotici per un’infezione del tratto urinario. Fatta eccezione per domenica, Ann, 42 anni, aveva ancora forti mal di testa. Quindi il suo uomo ha deciso di portarla di nuovo al pronto soccorso, questa volta all’UZA di Edegem. Poi gli è stata diagnosticata un’emorragia cerebrale.

La madre di due adolescenti, di 12 e 14 anni, ha subito nella stessa notte un rischioso intervento chirurgico salvavita. “Il neurochirurgo mi ha chiamato di persona la notte stessa per dirmi che l’operazione ha avuto successo al 100%. È ancora in terapia intensiva. Sono l’unico che può entrare per un’ora al giorno, ma a causa delle circostanze, sta andando bene Ci è stato anche detto che mia moglie non ha mai avuto un’infezione del tratto urinario “, spiega Evan a GVA.




Dai video

Questo mercoledì, Evan è riuscito a fargli visita. Indica che non mostra segni di paralisi e che sta bene. Inviare una lettera all’Ombudsman Service dell’AZ Voorkempen Malle. Mia moglie stava morendo. Non voglio mettere tutti nello stesso canestro, ma è solo incompetenza”.

READ  Angel: "La mia uscita mi ha rubato"