Luglio 14, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il CDC statunitense avvisa gli operatori sanitari dell’aumento dei casi di dengue – 25/06/2024 alle 22:03

Il CDC statunitense avvisa gli operatori sanitari dell’aumento dei casi di dengue – 25/06/2024 alle 22:03

((Traduzione automatica da Reuters, consultare il disclaimer https://bit.ly/rtrsauto))

(Aggiunge dettagli ai paragrafi 3 e 4, nonché informazioni generali in tutto)

Martedì i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno emesso un avviso avvisando gli operatori sanitari dell’aumento del rischio di infezione da virus dengue negli Stati Uniti.

I casi di malattia virale trasmessa dalle zanzare hanno raggiunto quest’anno un livello record nelle Americhe, ha affermato l’agenzia, facendo eco a una dichiarazione simile dell’Organizzazione Mondiale della Sanità il mese scorso.

Il numero di casi di dengue segnalati nelle Americhe ha superato i 9,7 milioni dal 1 gennaio al 24 giugno, il doppio del numero registrato in tutto il 2023, ha affermato il CDC, aggiungendo che è stato identificato un numero di casi superiore al previsto tra i viaggiatori statunitensi .

L’agenzia ha esortato gli operatori sanitari ad adottare misure come il rafforzamento delle misure preventive, test diagnostici appropriati e la tempestiva segnalazione dei casi di dengue alle autorità sanitarie pubbliche, tra gli altri, al fine di fermare la diffusione dell’infezione.

Il mese scorso, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha “qualificato” il vaccino contro la dengue Qdenga 4502.T di Takeda Pharmaceuticals, rendendolo idoneo all’acquisto da parte di agenzie delle Nazioni Unite come l’UNICEF e l’Organizzazione Panamericana della Sanità.

Qdenga è approvato nell’Unione Europea e in Indonesia, Tailandia, Argentina, Brasile e altri paesi.

Dengvaxia della società farmaceutica francese Sanofi

SASY.PA è approvato anche in diversi paesi delle Americhe, dell’Unione Europea e dell’Asia.

La febbre dengue, che si trasmette attraverso le punture di zanzare Aedes infette, provoca sintomi come febbre, mal di testa, vomito, eruzioni cutanee e dolori muscolari e articolari. In alcuni casi, può causare una febbre emorragica più grave, che porta a sanguinamento che può essere fatale.

READ  La plastica riciclata contamina il cibo con particelle tossiche