Agosto 14, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il capitano di Ryanair Kevin taglia lo stipendio durante la crisi del Covid: ecco perché oggi sciopera

I piloti belgi di Ryanair sono in sciopero per tutto questo fine settimana. Quasi 13.000 passeggeri hanno subito la cancellazione dei voli. Dopo aver accettato di ridurre lo stipendio del 20% durante la crisi del coronavirus per aiutare la compagnia aerea, i piloti ora chiedono il rimborso.

Kevin è il capitano di Ryanair da quindici anni. Questo sabato, partecipa al nuovo sciopero. Il primo sfogo è avvenuto un mese fa. Con altri piloti, chiedono il loro stipendio prima della crisi del coronavirus. “Non stiamo chiedendo un aumento, stiamo solo ripristinando quanto negoziato nel 2019. Ci siamo impegnati durante il periodo del virus per aiutare l’azienda tagliando i nostri stipendi del 20%. Stimiamo che ora che la società realizzerà miliardi di dollari di profitti, dobbiamo recuperare i nostri stipendi pre-COVID negoziati.‘”, afferma Kevin Cam, capitano e rappresentante sindacale CNE.

Un totale di 49 voli su 136 all’aeroporto di Charleroi sono stati cancellati. All’aeroporto di Bruxelles sono stati colpiti anche 20 dei 60 voli Ryanair previsti. Perché non tutti i voli sono stati cancellati? Perché i voli cancellati sono quelli con equipaggio belga. Gli altri, composti da dipendenti stranieri, se ne fregano. Piloti di altri paesi hanno firmato un accordo con l’azienda. Ciò consente un graduale recupero dello stipendio pre-crisi entro il 2027.

Nonostante i numerosi scioperi, ancora nessuna risposta da parte della dirigenza. “Speriamo davvero che Ryanair torni a incontrarci. Quello che speriamo anche è che lo Stato belga faccia il suo lavoro. Il suo compito è quello di attuare le leggi che lui stesso ha fatto. E qui non è successoSpiega Didier Lippi, segretario permanente del Consiglio elettorale nazionale.

READ  Airbus, Vinci, Tesla, Nestlé, Hunter Douglas, Tiscali, Virgin Galactic...

In totale, quasi 13.000 passeggeri sono stati colpiti dallo sciopero di Ryanair negli aeroporti di Charleroi e Bruxelles. Questa domenica sono stati cancellati 23 voli da Charleroi e dieci da Bruxelles.