Novembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I servizi sanitari in Inghilterra rischiano di non raggiungere gli obiettivi della lista d’attesa

Il Cancelliere dello Scacchiere Jeremy Hunt consegnerà una serie di aumenti delle tasse e tagli alla spesa più tardi oggi. I sindacati avvertono che la dichiarazione di caduta è l’ultima possibilità di “salvare il SSN” e si stanno preparando per un possibile sciopero invernale.

I funzionari dei servizi sanitari hanno avvertito di un inverno estremamente difficile mentre il NHS cerca di riprendersi dalla pandemia di COVID-19, che ha messo a dura prova i servizi, interrotto le misure non COVID e scatenato una crisi del personale.

Il rapporto del National Audit Office afferma che il ritmo della ripresa che NHS England sta prendendo di mira nei suoi dipartimenti elettivi e di cura del cancro “è tutt’altro che garantito, con molti rischi e sfide che minacciano di guidare la ripresa più avanti”.

“Il governo deve affrontare un’enorme sfida per eliminare l’arretrato del servizio sanitario nazionale”, ha affermato la deputata laburista dell’opposizione Meg Hillier, presidente della commissione per i conti pubblici, che ha affermato di aver “precedentemente avvertito il governo di piani eccessivamente ottimistici”.

Il segretario alla salute Steve Barclay ha dichiarato mercoledì alla NHS Providers Conference di voler delineare i passi pratici che potrebbe intraprendere per sostenere la forza lavoro del NHS in un ambiente economico difficile.

“Affrontare l’arretrato di COVID è la nostra massima priorità”, ha affermato un portavoce del ministro della Salute. “Il SSN sta facendo passi da gigante nella riduzione dei periodi di attesa di 18 mesi del 60% in un anno ed eliminando quasi tutti i periodi di attesa di oltre due anni”.

NHS England mira a eliminare i periodi di attesa di oltre un anno per le cure elettive entro marzo 2025, ed entro marzo del prossimo anno i pazienti in attesa di rinvio per cancro torneranno dai livelli pre-pandemia.

READ  Dal #MeToo alla salute mentale, Simone Biles, il portatore di battaglia

Ma la NAO ha affermato che anche se questi obiettivi vengono raggiunti, molti pazienti aspetteranno ancora più a lungo di quanto dovrebbero essere secondo gli standard fissati per il servizio.

Gli obiettivi sui tempi di attesa non venivano raggiunti da molti anni, anche prima della pandemia, ha affermato Siva Anandaciva, analista senior dell’ente di beneficenza The King’s Fund, mostrando “quanto siano profondi questi problemi di finanziamento e personale”.

“Le azioni del governo devono allinearsi con la sua retorica: se è seriamente intenzionato a ridurre le liste di attesa e migliorare l’assistenza ai pazienti, allora la sua dichiarazione di caduta più tardi oggi deve essere una storia di investimenti”, ha affermato.