Luglio 6, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I leader europei appoggiano la candidatura dell’Ucraina: un ‘momento storico’ di Volodymyr Zelensky

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha continuato:maratona telefonicaCon i leader europei per garantire un consenso completo a favore del “sì”.

Per Dmytro Kuleba, capo della diplomazia ucraina, “Oggi segna l’inizio di un lungo viaggio che percorreremo insiemeHa detto in un breve video girato in coppia con il suo omologo europeo Josep Borrell.Vincerà l’Ucraina. L’Europa vinceràHa affermato su Twitter. prima di aggiungere:Gli ucraini appartengono alla famiglia europea. Il futuro dell’Ucraina con l’Unione Europea“.

Il primo ministro belga Alexandre de Croo saluta su Twitter “tun Una pietra miliare simbolica in un momento in cui gli ucraini lottano per la libertà e la democraziaprima di aggiungereMa anche l’inizio di un lungo e impegnativo processo di riparazione.

Anche la Moldavia

Anche la Moldova ottiene lo status di candidato.

Questa è la prima volta che le domande di adesione vengono esaminate così rapidamente. Solo poche settimane. La procedura di solito richiede diversi anni. Ma la situazione è insolita. L’Ucraina è in guerra. La Moldova è direttamente minacciata da Mosca e in entrambi i casi parte del Paese è occupata dalle forze russe.

È chiaro che i leader europei hanno voluto lanciare un messaggio forte e simbolico a questi due paesi. Dovere, secondo il presidente francese Emmanuel Macron: Tutto questo lo dobbiamo al popolo ucraino che sta lottando per difendere i nostri valori, la sovranità e l’integrità territoriale. Penso che lo dobbiamo anche alla Moldova a causa della sua situazione politica, della sua instabilità e della sua generosità. “.

Questa decisione segna l’inizio di un lungo e complesso processo di adesione. Gli europei non vogliono eludere i negoziati. sarà lungo. Anche troppo lungo. Molti leader europei spiegano che potrebbero volerci 10 o addirittura 20 anni.

READ  Guerra in Ucraina: le tattiche a vapore della Russia sembrano dare i loro frutti

La Georgia non ottiene lo status

Charles Michel ha aggiunto che anche la Georgia, che ha formalmente presentato domanda di adesione lo stesso giorno della Moldova, avrà lo status di candidato quando saranno stabilite determinate priorità. Consiglio europeo”Riconosce la sua prospettiva europea“.