Febbraio 2, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Hughes Days Critics: Avatar, Waterway, tutto per il gusto di farlo?

Nel primo film di Avatar, Jake, un ex fante paralizzato, accetta di prendere parte all’avventura di A.J Esperienza pilota di realtà virtuale Sul pianeta Pandora, è rinchiuso in una scatola sensoriale mentre il suo avatar parte per incontrare i Navis, un popolo bluastro che vive sul pianeta dove scienziati e soldati sono in missione di colonizzazione. Come John Smith che si innamorò di Pocahontas, Jake ebbe una storia d’amore perfetta con l’affascinante Navi, che aveva un donoinfastidisce il suo capo, un soldato tenace, una sorta di reincarnazione del generale Custer il cui “buon Navi è un Navi morto”. Ma mio fratello! Questo terribile cattivo è stato trafitto dalle frecce alla fine del film…

inizio del “avatar 2” : Jake ha definitivamente abbandonato il suo sé umano, è diventato Navi Navi E ha messo su famiglia. Ma questa felicità domestica è minacciata da A.S Clone di un cattivo militare Abitato da un obiettivo: “Vendetta!” Jake e la sua famiglia, pur di avere la pace, scelgono l’esilio, lasciano la giungla e vanno in un altro lato di Pandora, dove cercano di trovare rifugio all’interno di una tribù versata negli sport acquatici…

Questo è L’argomento principale – e la sfida – Da questo set: fai evolvere questi personaggi in immagini generate al computer in un ambiente marino ultra realistico. Ha pienamente affrontato la sfida, perché lo è anche Cameron Tecnico eccezionalee tieni premuto Per fare un film fantastico Rispettabile. La domanda rimane: Per quale scenario? Perché, a differenza del primo film, che per molti versi è precursore (ci siamo avvicinati alla realtà virtuale, all’estinzione della Terra, al messaggio ambientalista), questo #2 è abitabile e riciclabile.

READ  L'antiquario è stato "gettato a terra" e gli sono stati rubati un orologio e una borsa di lusso

In tredici anni il cinema è cambiatoLa Marvel a volte ha forzato film di supereroi altamente innovativi, spesso offrendo eroi complessi. Non così con Cameron, che sembra congelato in schemi che si addicono ai vecchi western: ci sono bravi ragazzi e cattivi, difese familiari, simpatici indiani – scusa, Navis – con archi di frecce – e terribili coloni con i loro tipi di grub che schiacciano tutto sul loro cammino … Onestamente, nel 2022, possiamo ancora mettere in scena trame così primitive? Ossessionato dalle sue prestazioni tecnologiche, Cameron sembra aver dimenticato il nocciolo del problema : debolezza e completa mancanza di originalità della sua trama. Il risultato: “Avatar, Water Way” finisce per affrontare davvero l’acqua.