Settembre 28, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Ho visto i fari davanti a noi, ho virato a sinistra cercando di evitarli”


In Francia, e più precisamente a Wise, un conducente è stato processato per aver causato un incidente stradale che ha avuto gravi conseguenze per Maite, una giovane psichiatra di 33 anni.

La mattina presto di febbraio 2021, l’auto su cui si trovavano la giovane donna, il suo compagno e suo padre, è stata investita frontalmente da un’altra auto in arrivo. La coppia si era recata all’aeroporto di Orly per prendere il sole pochi minuti prima.

Ma hanno incrociato i binari con Guillaume C. Come ha spiegato Le Parisien, la giovane Skoda ha improvvisamente cambiato rotta e ha causato uno scontro frontale con la Maïté Renault Kadjar. Tutti i passeggeri sono rimasti feriti. Potente, era morta all’istante.

“Ho dormito”, ha detto Guillaume ai gendarmi pochi minuti dopo la tragedia. Ma un anno e mezzo dopo, di fronte al giudice, ritrattò i suoi appunti: “Non ricordo l’incidente e non ricordo di aver detto che mi sono addormentato al volante. Ho vissuto con terribili sofferenze per un anno e un anno. metà, non volevo una cosa del genere, mi biasimo molto. »

“Ho visto i fari davanti a noi e ho sterzato a sinistra per cercare di evitarlo, forse avrei dovuto andare dritto”, ha detto sul podio il padre della vittima.

Guillaume C., che ha bevuto alcol nel sangue, ma non oltre il livello consentito, rischia un anno di carcere.

READ  Quotidiano finestra di mercato (18/06): Un nuovo club entra nel ballo di Lewandowski