Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Hanno fatto un buon affare, hanno pensato: “Dovevamo pagare 1.551 euro in due settimane!”

Joss ha prenotato la sua vacanza al Center Parcs prima che il Covid gli impedisse di partire. Poi, quando è riuscito a prenotare di nuovo il suo volo, non ha più voluto partire. Così ha venduto i suoi biglietti per il parco su 2emain.be. È qui che Peter e Kim si imbattono nell’allettante pubblicità e decidono di concedersi questa breve vacanza in famiglia.

Il viaggio, infatti, è stato venduto a 750 euro, per un valore di circa 1.551 euro. Ma un piccolo problema si è insinuato nell’equazione. Center Parcs pretende l’intero importo dalla coppia che ha ancora un buono di pari valore da spendere.

“Abbiamo concordato l’importo di 750 euro con Joss”, ha detto Peter a HBVL. “Abbiamo pagato Joss e utilizzato il voucher per prenotare un soggiorno di cinque giorni al Tierhills Center Parcs Resort. Questo viaggio è costato un po’ di più e l’ho pagato al Center Parcs.”

“Qualche settimana prima della nostra vacanza, ho chiesto a Center Parcs se la nostra prenotazione poteva essere modificata. In effetti, i documenti di viaggio che abbiamo ricevuto mostravano che avevamo prenotato un alloggio per otto persone. In realtà era troppo grande per la nostra famiglia di tre persone. Hanno modificato nostra richiesta. Siamo andati. A maggio e ci siamo trovati benissimo.”

malinteso

Due mesi dopo, Peter ricevette una lettera sorprendente. Avendo prenotato un soggiorno più breve, aveva diritto a un rimborso di 508 euro. Il denaro è stato versato sul suo conto ad agosto.

Poi, il giorno prima di San Nicola, la coppia ha ricevuto una nuova notifica da Center Parcs, che è stata molto meno piacevole… “Un buono da € 1.551 è stato aggiunto alla tua prenotazione presso il Terhills Resort. Ti chiediamo di pagare questo importo ora , tra due settimane”.

“Siamo rimasti scioccati. Abbiamo immediatamente contattato Center Parcs. Si è scoperto che CenterParcs aveva rimborsato il primo proprietario del buono. Ci siamo sentiti dei ladri”.

Quindi HBVL ha fatto un’indagine e ha contattato Center Parcs: “Fatturato per errore a nome del lettore”, scrivono prima di scusarsi e chiedere che il messaggio di richiesta di rimborso venga ignorato.

READ  Il prezzo dell'elettricità in Belgio raggiunge un nuovo record