Luglio 18, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Hai dovuto pagare un extra per la tua borsa? Test Achats presenta un reclamo contro diverse compagnie aeree

Hai dovuto pagare un extra per la tua borsa?  Test Achats presenta un reclamo contro diverse compagnie aeree

Le vacanze iniziano tra meno di 3 settimane per i francofoni. Se hai prenotato un volo, potresti aver avuto la spiacevole sorpresa di dover pagare un extra per il tuo bagaglio a mano. Che porti in cabina. Test Achats denuncia queste pratiche. L’associazione ha deciso di sporgere denuncia contro diverse compagnie aeree.

Su alcune compagnie aeree i passeggeri pagano dai 6 ai 75 euro per poter portare il bagaglio a mano a bordo. Ryanair ha iniziato a addebitare tariffe ai passeggeri nel 2018.

“Quanto abbiamo pagato 10 euro? Di solito pago sempre…”disse un viaggiatore. “Preferisco pagare piuttosto che non avere una borsa!” aggiunge un altro viaggiatore.



Far pagare un sovrapprezzo per il bagaglio a mano: una pratica illegale, secondo Test Achats. Innanzitutto perché impedisce ai consumatori di confrontare i prezzi.

“Il prezzo reale è a disposizione del consumatore solo alla fine del processo, quando sta per finire di prenotare i suoi biglietti, e questo gli impedisce di confrontare correttamente le diverse offerte sul mercato.”“, spiega Lisa Mello, portavoce di Test Achats.

Anche questo integratore non è conforme alle normative europee.

“Una decisione della Corte di giustizia dell’Unione europea sostiene che il trasporto del bagaglio a mano costituisce un elemento essenziale durante il viaggio, pertanto il trasporto di tale bagaglio a mano non dovrebbe essere soggetto all’allegato. “aggiunge Lisa Mayo.

READ  Il Gruppo Volkswagen sta preparando 1.700 cavalli per le auto elettriche





Test Achats ha presentato una denuncia all’Ispettorato economico e spera di imporre sanzioni rapide a 4 compagnie: Ryanair, Vueling, Wizzair e Easyjet.

In Spagna, le associazioni dei consumatori hanno appena vinto la causa: 4 compagnie low cost hanno ricevuto una multa di oltre 150 milioni di euro. Questi ultimi faranno appello contro la punizione, che considerano “gravemente sproporzionata”.