Luglio 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: nel cyberspazio, la Russia è più debole del previsto

I leader militari europei osservano che i russi apparentemente “non sono pronti a combattere una guerra coordinata sia sul piano fisico che su quello elettronico”.

Tempo di lettura: 3 minuti

SDiversi leader delle forze militari di difesa informatica europee hanno indicato mercoledì che i russi sono stati molto meno efficaci del previsto nell’utilizzo delle capacità di combattimento digitale durante il loro attacco all’Ucraina.

Lo ha detto il generale Karol Mulinda, comandante delle forze di difesa informatica polacche, durante una tavola rotonda al Forum internazionale sulla sicurezza informatica (FIC) a Lille (Francia settentrionale). Ma l’Ucraina era preparata e ha resistito agli attacchi (cyber) russi. Quindi la prima lezione di “guerra è che è possibile prepararsi a un conflitto informatico”, ha stimato.

Inoltre, la Russia è “forte in attacco, ma non buona in difesa”, ha osservato il generale, riferendosi ai molteplici attacchi informatici che hanno colpito il Paese, provenienti in particolare da gruppi di hacker indipendenti. Ma “dobbiamo ricordare” che la Russia ha forti capacità nel “lavoro psicologico e mediatico”, che può svolgere contro i paesi occidentali, soprattutto dopo le nuove sanzioni, ha affermato.

Non così forte come pensiamo

Era chiaro che “i russi non erano pronti per una guerra coordinata contro gli aerei fisici ed elettronici”, ha affermato il colonnello Romuldas Petkevicius del Centro nazionale lituano per la sicurezza informatica. “Ci sono attacchi informatici in tutta l’Ucraina in questo momento, ma non penso che siano ben pianificati”, ha detto all’AFP.

Il generale Didier Tessier, comandante delle forze francesi sul campo (Comséber), ha fatto la stessa osservazione sullo scollamento tra attacchi informatici e attacchi militari a terra. Ha osservato che “potrebbero non essere stati in grado di organizzarlo come volevano” e le loro capacità “non sono così forti come si potrebbe immaginare”.

Ha anche sottolineato che l’analisi dei conflitti è diventata più complessa man mano che gruppi di hacker indipendenti entrano nella mischia, mentre aziende come Microsoft o Starlink hanno anche fornito assistenza all’Ucraina.



Secondo lui, il “conflitto nel cyberspazio” di oggi è simile alla Coppa del mondo di rugby “dove tutte le squadre sono in campo senza le loro divise distintive. In campo c’è anche il pubblico e lì dobbiamo prevenire tentativi di segnare .. . “



READ  Guerre en Ucraina : nuove sanzioni in Russia, nuovi aiuti per l'Ucraina, gli indici accablanti sulle catastrofi