Dicembre 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: il Regno Unito afferma che la Russia demolisce ponti e posa mine mentre lascia Kherson

Mercoledì, la Russia ha subito un’altra grave battuta d’arresto nel suo attacco all’Ucraina annunciando il ritiro delle sue forze da Kherson, una capitale regionale dell’Ucraina meridionale presa di mira da un contrattacco lanciato dall’esercito di Kiev.

Tempo di lettura: 2 minuti

Le forze russe hanno demolito diversi ponti e potrebbero aver posato mine durante il loro ritiro da Kherson per rallentare l’avanzata dei soldati ucraini. Questo è quanto ha scritto giovedì il ministero della Difesa britannico nel suo bollettino di intelligence quotidiano.


Leggi anche
Christo Grosev: “Se continua così Putin cadrà tra un anno”

Da marzo, Kherson è stata occupata dall’esercito russo e questa città è ancora l’unica capitale regionale catturata durante la guerra in Ucraina. La Russia ha annunciato, mercoledì, il ritiro delle sue forze da lì perché non era più possibile rifornire la città, secondo loro. Secondo gli inglesi, le rotte di rifornimento russe furono messe sotto pressione dagli attacchi ucraini.

AFP_32N733U-1.retina.jpg

Il ministero britannico prevede che il ritiro dell’esercito russo prosegua per diversi giorni. Prende posizioni difensive e guida gli attacchi per proteggere le sue forze in ritirata.

Finora, l’Ucraina ha reagito in modo sospetto all’annuncio della partenza dei soldati russi. Il presidente Volodymyr Zelensky avverte che potrebbe essere una mossa strategica. “Il nemico non ci fa regali, non è un gesto di buona volontà”, ha avvertito mercoledì nel suo messaggio quotidiano al popolo ucraino.


Leggi anche
Professore di storia militare Chris Kwanten: Putin non ha più molte opzioni

READ  Perché il Belgio ha accolto più rifugiati ucraini in 3 mesi rispetto all'intera "crisi dei migranti" nel 2015?