Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: i “bombardamenti massicci” suscitano indignazione in Occidente, il G7 si riunisce martedì

Un mortale bombardamento russo di dimensioni mai viste da mesi ha colpito l’Ucraina lunedì mattina, uccidendo almeno 19 persone e ferendone 105, secondo l’ultimo rapporto della polizia.

Un mortale bombardamento russo di dimensioni mai viste da mesi ha colpito l’Ucraina lunedì mattina, uccidendo almeno 19 persone e ferendone 105, secondo l’ultimo rapporto della polizia.

“Stanno cercando di distruggerci tutti, spazzarci via dalla faccia della terra”, ha risposto Zelensky lunedì mattina quando i missili russi hanno colpito le città ucraine. Ma “l’Ucraina non può essere intimidita”, ha poi rilasciato nel suo discorso serale, promettendo di “riformare tutto ciò che è stato distrutto”.

Il presidente russo Vladimir Putin ha giustificato questi “enormi” attentati con l’attacco “terroristico” a Kiev il giorno prima sul ponte che collega il territorio russo con la Crimea (sud), la penisola ucraina annessa da Mosca nel 2014.

“Stato terrorista”

Questo bombardamento ha suscitato l’indignazione dell’Occidente. L’Unione Europea l’ha ritenuto simile a “crimini di guerra” per i quali i responsabili devono essere “responsabili”, invitando la Bielorussia a “non partecipare alla brutale aggressione della Russia”.

Il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres ha condannato “l’inaccettabile escalation”. Tutte le Nazioni Unite si sono incontrate lunedì a New York per una sessione di emergenza dell’Assemblea Generale. L’ambasciatore dell’Ucraina alle Nazioni Unite, Sergei Kisletsya, ha accusato la Russia di essere uno “Stato terrorista che deve essere dissuaso nel modo più forte possibile”.

Secondo il segretario generale Jens Stoltenberg, la NATO, a cui l’Ucraina intende aderire, ha condannato “attacchi terribili e indiscriminati” contro le infrastrutture civili e ha promesso di sostenere Kiev “per tutto il tempo necessario”.

READ  Una visita di passaggio, un dito medio, una campagna di salmi in pre-disturbo

“smantellamento completo”

Putin ha accusato domenica l’Ucraina di aver orchestrato un’esplosione sabato mattina che ha distrutto parte del ponte di Crimea, costruito a caro prezzo e inaugurato nel 2018. L’attacco ha ucciso tre persone. Kiev non ha né confermato né smentito il suo coinvolgimento.

Il presidente russo ha promesso risposte “dure” in caso di nuovi attacchi ucraini contro la Russia. Il ministero della Difesa russo ha confermato che gli attacchi hanno “raggiunto il loro obiettivo”. L’ex presidente russo Dmitry Medvedev, il numero due del Consiglio di sicurezza a Mosca, è andato oltre, promettendo che gli scioperi di lunedì sarebbero stati solo il “primo episodio” e chiedendo il “completo smantellamento del sistema politico ucraino”.

Degli 84 missili russi lanciati contro l’Ucraina, 43 furono abbattuti. Lunedì sera, il presidente ucraino ha affermato che dei 24 droni russi, 13 sono stati abbattuti.

A Kiev si sono sentite una dozzina di esplosioni, con scioperi in diversi quartieri, compreso il centro cittadino, che in particolare hanno distrutto un parco giochi per bambini nel parco Taras Shevchenko. In una strada vicina, un missile ha colpito un cratere con un cadavere che giaceva sotto una coperta termica.

L’Ucraina ha affermato che la Russia sta effettuando massicci attacchi per disperazione per le sue recenti battute d’arresto su più fronti.

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko si è alleato con Mosca, ma finora si è astenuto dall’inviare le sue forze a sostegno di Mosca e ha accusato Kiev di preparare un attacco contro il suo paese, aggiungendo che Minsk e Mosca avrebbero schierato forze russe.

READ  I dinosauri assaltano le Nazioni Unite per discutere del cambiamento climatico: "Abbiamo avuto un asteroide. Qual è la tua scusa?"