Novembre 27, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra diretta in Ucraina: “Abbiamo il diritto di usare armi nucleari se necessario (…) La Nato non interferirà”

Nel 216° giorno di guerra in Ucraina, la Russia sta completando l’organizzazione dei referendum sull’annessione in quattro regioni sotto il suo controllo, in tutto o in parte in Ucraina. Il voto ha fatto infuriare Kiev e gli occidentali, che hanno promesso una risposta forte in caso di incorporazione.

Le autorità lo hanno confermatorisultati temporanei“Dovrebbe essere annunciato entro martedì sera o nei giorni successivi. Da parte sua, Vladimir Putin può formalizzare l’annessione territoriale da venerdì, facendo di qualsiasi attacco ucraino un attacco all’integrità territoriale della Russia, con le conseguenze militari che ciò potrebbe comportare, compresa la legalizzazione dell’uso delle armi nucleari.

La legittimità è stata ribadita dall’ex presidente e dai credenti tra i seguaci di Putin, Dmitry Medvedev, ancora martedì sul suo canale ufficiale Telegram.

Allo stesso tempo, Mosca continua a mobilitare parzialmente i suoi riservisti per reclutare quasi 300.000 combattenti per la sua invasione dell’Ucraina, cercando una resa dei conti nella controffensiva delle forze ucraine che, aiutate dalle spedizioni di armi occidentali, hanno riconquistato migliaia di chilometri quadrati di territorio all’inizio di settembre.

Maggiori informazioni e dettagli sul conflitto in Ucraina nel nostro commento diretto qui sotto:

READ  La Cina completa la sua più grande esercitazione militare mai vista su Taiwan: cosa ci insegna davvero questa crisi