Luglio 6, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Guadagni illegali’ in Gabon: accusata l’ex Miss France Sonia Rolland

“Era ovviamente ingenua, ma ha messo in dubbio qualsiasi violazione”, ha detto all’AFP Sonia Rowland, che all’epoca aveva 22 anni.

Secondo una fonte vicina, l’atto d’accusa è stato emesso lunedì.

Nel luglio 2021 gli investigatori avevano interrogato un’ex Miss France che era stata rappresentata in un’audizione gratuita presso l’Ufficio centrale per la repressione dei crimini finanziari gravi (OCRGDF).

Questo dono, ricevuto nel 2003 dalla coppia Bongo, spiegava un appartamento nel 16° arrondissement di Parigi del valore di 800.000 euro, nell’ambito di una società di proprietà civile (SCI).

Secondo il quotidiano Liberation, che ha rivelato questa udienza, ha detto che nel 2001 ha incontrato Edith Bongo, la moglie dell’ex presidente del Gabon, quando stava sponsorizzando concorsi di bellezza in Africa. Nel 2002, la signora Bongo le avrebbe detto che le avrebbe fatto un regalo per ringraziarla della foto che aveva passato in Africa.

Il quotidiano scriveva nel marzo 2021 che l’acquirente dell’appartamento sarebbe un’azienda di arredamento francese, con una filiale in Gabon “che ha un conto in una banca locale, depositato da anni in sacchi di contanti, consegnati dai dipendenti Bongo”.

“Dovremmo stare attenti a giudicare dalla conoscenza odierna di fatti risalenti al 2003”, ha detto May Morell all’AFP. “La mia cliente aveva 22 anni, stava uscendo da un periodo durante il quale è stata catapultata in un mondo di cui non sapeva nulla, codici come l’indecenza”, spiega. “Non hai mai saputo la fonte dei fondi o degli accordi finanziari”, ha sottolineato.

Dal 2010 la giustizia francese indaga sul grande patrimonio raccolto in Francia da Omar Bongo e da altri capi di stato africani.

READ  Grand Cactus: ecco perché Cyril Detaeye ha urgentemente sostituito Adrien Devyver nella presentazione di giovedì sera

Nell’aprile 2016 sono state sequestrate proprietà a Parigi e Nizza, in Costa Azzurra, di proprietà della famiglia del presidente del Gabon Ali Bongo – figlio di Omar Bongo, succeduto al padre alla guida del Paese nel 2009.

Tra il 25 marzo e il 5 aprile quattro dei 54 figli di Omar Bongo sono stati incriminati, tutti negano di essere stati a conoscenza della natura fraudolenta della fortuna di famiglia.