Dicembre 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Grossa multa, sospensione, fino a un anno di carcere: cosa rischia Cyril Hanoun dopo aver insultato il deputato Louis Boyard

“Sei matto”, “Tochard”, “Joker va”, “Sei una sciocchezza”: Touche pas à mon poste è stato di nuovo controverso questo giovedì. Durante esso, il conduttore Cyril Hanoune rompe violentemente con il suo ospite, il deputato francese della LFI Louis Boyard. Quest’ultimo aveva criticato il presidente del C8, Vincent Bollory, mentre l’ospite era stato accusato di fomentare il razzismo promuovendo Eric Zemmour durante la sua campagna presidenziale.

La colpa non è passata a Cyril Hanouna, che si è arrabbiato e ha insultato il vice. Le parole hanno sconvolto e suscitato polemiche. Il vicepresidente di LFI Mathilde Bannot ha descritto i fatti come “pericolosi” e ha annunciato il sequestro di Arcom, l’Autorità generale francese per la regolamentazione delle comunicazioni audiovisive (ex CSA).

Fino a un anno di carcere

Venerdì, il watchdog audiovisivo ha risposto in un comunicato stampa sulla questione: “Siamo in custodia e studieremo la sequenza in relazione agli obblighi dell’editore”. Se Arcom ritiene che un host abbia violato le regole applicabili, può imporre una pesante multa o addirittura sospendere il programma.

ma secondo telegrammaAnche la giustizia può interessare molto a questo caso. Nel 2020 il ministro della Giustizia Eric Dupond Moretti, per far fronte agli insulti ricevuti da alcuni sindaci durante la crisi del virus, ha inviato una circolare invitando i pubblici ministeri a considerare gli insulti contro i funzionari eletti come “Disprezzo per una persona che detiene un’autorità pubblica o incaricata di una missione di servizio pubblico“E non come insulti. Per legge, l’insulto può essere punito con una multa fino a 15.000 euro o addirittura un anno di reclusione.

Da parte sua, C8 e l’annunciatore hanno annunciato all’AFP che non avrebbero commentato la questione.

READ  Hélène Ségara è irriconoscibile: "I commenti su di me sui social sono gratuiti e festanti"