Attualità Cultura e Spettacolo EVIDENZA

Golden Globe 2018, in scena la sorellanza di Time’s UP

I Golden Globe di quest’anno verranno ricordati per il potere mediatico di uno star system unito e compatto

Chi meglio di una corazzata di Amazzoni dal calibro di Meryl Streep, Natalie Portman, Jessica Chastain, Sarah Jessica Parker, Kerry Washington, Reese Witherspoon, Oprah Winfrey e tante altre colleghe; possono rappresentare un movimento di rivalsa delle donne : Time’s UP (Il Tempo è scaduto)

Time’s UP è un movimento contro le violenze sessuali sulle donne, pronto a sostenerle sia psicologicamente che economicamente

Quindi tutte le star ieri sera hanno sfilato rigorosamente in nero, con gioielli sobri, in segno di “lutto” per chi anche all’interno del mondo di Hollywood ha subito abusi e violenze. I colleghi uomini, non hanno fatto orecchie da mercante, e si sono presentati con outfit in black, in segno di sostegno e approvazione. Il movimento per il momento ha raccolto circa 15 milioni di dollari, ed è solo l’inizio.

Poche interviste frivole sul red carpet, l’attenzione non si è voluta distogliere dal messaggio principale

Come ha detto Oprah, prima donna di colore a ricevere il Cecil B. De Mille Award, nel suo discorso da standing ovation :”Per troppo tempo le donne che hanno osato parlare di fronte a uomini potenti non sono state credute e ascoltate. Siamo all’alba di un nuovo giorno. Il loro tempo è finito! Il loro tempo è finito! Il loro tempo è finito!”. Un discorso incoraggiante, pieno di grinta e forza. Ascoltarlo ti smuove qualcosa dentro e come donna non ti fa sentire sola. Solo una black woman come Oprah poteva riuscirci!

Tra i vincitori sbanca il film Tre manifesti a Ebbing, Missouri, che porta a casa quattro premi su sei

Miglior commedia Lady Bird, il miglior regista Guillermo Del Toro, miglior attrice in un film drammatico Frances McDormand, miglior attrice in un film commedia o musicale Saorsie Ronan, miglior attore in un film drammatico Gary Oldman, miglior attore in un film o commedia musicale James Franco. 

Miglior attrice non protagonista è Allison Janney, miglior attore non protagonista è Sam Rockwell

Trionfa come miniserie tv Big Little Lies, che ha vinto quattro premi su sei. Vince come miglior serie drammatica The Handmaid’s Tale, come miglior serie comedy The Marvelous Mrs Maisel. Migliore attore in una serie – drama Sterling K Brown, migliore attrice in una serie – drama Elisabeth Moss.

Migliore attore in una serie – comedy o musical è Aziz Ansari, migliore attrice in una serie – comedy o musical Rachel Brosnahan

Come migliore attore in una miniserie o film tv Ewan Mcgregor, migliore attrice in una miniserie o film tv Nicole Kidman. Migliore attore non protagonista in una serie, miniserie o film tv Alexander Skarsgard,  migliore attrice non protagonista in una serie, miniserie o film tv Laura Dern.

 

 

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi