Dicembre 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli scienziati hanno scoperto un sistema solare molto misterioso

Gli astronomi hanno scoperto un sistema solare molto antico e misterioso. Mostrare.

L’spazio Pieno di segreti. Gli esperti scoprono costantemente nuove ed entusiasmanti cospirazioni. Recentemente, gli astronomi hanno scoperto antico sistema solare Molto diverso dal nostro.

A circa 90 anni luce di distanza, i ricercatori hanno scoperto a delegare una donna Più di 10 miliardi di anni fa – in altre parole, il nucleo caldo di una stella morta simile al nostro Sole – è circondato da un cimitero di pezzi di planetesimi, i planetesimi. Questa stella fallita ha attirato detriti da questi oggetti. Ma questo sistema solare è diverso da qualsiasi cosa conosciuta vicino a noi. È pieno di elementi come litio e potassio. Nessun pianeta nel nostro sistema solare ha una tale composizione.

Perché, allora, questo antico sistema solare era così diverso? Come si è arricchito di questi materiali, allora rarissimi?

“È un completo mistero”, afferma Abigail Elms, una studentessa dell’Università di Warwick che studia le nane bianche. I risultati sono stati pubblicati questa settimana sullo Scientific Journal Avvisi mensili della Royal Astronomical Society.

Come notato sopra, questo sistema solare è antico. Ciò significa che la nana bianca (chiamata esattamente WDJ2147-4035) e il sistema solare circostante si sono formati e sono morti prima della nascita del Sole e della Terra. In effetti, i pezzi di antichi pianeti attorno a WDJ2147-4035 sono i pianeti minori più antichi mai scoperti nella nostra galassia attorno a una nana bianca.

In che modo gli astronomi hanno scoperto la formazione di questo antico sistema solare?

Gli esperti hanno scoperto questa nana bianca e un’altra di età simile utilizzando un osservatorio nello spazio chiamato Gaia. In orbita attorno al sole, questo veicolo spaziale mappa le stelle e le galassie nell’universo. Dopo aver individuato queste nane bianche, i ricercatori hanno poi attivato uno strumento chiamato “X-Shooter” – uno spettrometro più accurato – situato in Cile, in quota, per scoprire cosa c’è o cosa non c’è nelle atmosfere delle stelle. In WDJ2147-4035, hanno trovato elementi come litio, potassio e sodio. I ricercatori affermano che le nane bianche sono composte da idrogeno o elio, quindi i resti rocciosi dei pianeti sono la fonte di altri elementi unici. La conclusione che hanno raggiunto eseguendo simulazioni dell’evoluzione di questo sistema solare.

READ  «Cela vaut le coup de tout bouliverser»

L’altra nana bianca (WDJ1922+0233) che hanno scoperto è molto diversa dalla prima. Lei è più informata. Hanno scoperto che questa stella ha attratto detriti da pianeti simili che assomigliano alla crosta rocciosa della nostra Terra. Quindi, se uno dei sistemi solari rimane un’anomalia, a questo punto l’altro dimostra che la Terra non è unica nell’universo: esistono altri sistemi solari molto simili al nostro.

Tuttavia, entrambi i sistemi sono pieni di resti di antichi pianeti. Più del 95% delle stelle, come il Sole, si evolvono in nane bianche. Verso la fine della loro vita, diventano enormi giganti rossi, distruggendo le cose intorno a loro. Quando sei condizione del nostro soleDivorerà pianeti come Mercurio, Venere e forse anche la Terra prima di perdere i suoi strati esterni. La gigante rossa lascia dietro di sé tracce di pianeti e lune morti, e ciò che resta della stella stessa è una nana bianca. “Il nostro sole si evolverà in una nana bianca in circa 5 miliardi di anni”, afferma Abigail Elms.