Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli operatori sanitari della provincia orientale stanno sfidando i politici

Sabato a Granby, questi professionisti hanno inviato un messaggio ai politici: la migrazione di massa verso il settore privato deve essere frenata.

« Ci sono partiti che hanno già parlato di privato piuttosto che di pubblico. Non è la rete privata che può curarti se hai il cancro o hai un incidente d’auto e hai bisogno di un intervento chirurgico complesso. Queste sono le piccole preoccupazioni che possono essere servite nel settore privato. »

Citazione da Stephanie Jollet, presidente ad interim della Federation of Occupational Health of Quebec – Federation of Healthcare Professionals in Eastern Townships (FIQ-SPSCE)

È difficile mantenere la qualità delle cure negli ospedali di Estri con 800 persone in meno quest’estate, oltre alla prevista partenza di 630 lavoratori questo autunno.

630 [travailleurs] Com’era prevedibile, questo non tiene conto del fatto che abbiamo 2.500 membri che hanno firmato un contratto di un anno per lavorare a tempo pieno. Firma questo novembre e dicembre 2021 per $ 15.000Il presidente ad interim ha spiegato. Secondo il sindacato, molti di questi 2.500 lavoratori lasceranno presto, quando riceveranno il bonus promesso dal governo.

“Quello che chiediamo è strutturare ma soprattutto negoziare misure per riportare rapidamente gli operatori sanitari nella rete pubblica”, ricorda Stephanie Joule.

Foto: Radio Canada / Yannick Cornuer

« Penso che non sia lo stipendio che ci manterrà nel settore pubblico. Queste sono le condizioni che miglioreranno le sorti del settore pubblico. È per coccolare i partecipanti, per dimostrare che ci teniamo a loro e che vogliamo tenerli in rete. Abbiamo appena esaurito le condizioni che ci offre il settore pubblico. »

Citazione da Jessica Dumont, infermiera di sala operatoria

Qui, a Granby, c’è molta gente che si sta spostando in zona, perché dicono tutti che è un bel paese per semi-pensionati, solo che quello che vedo è che non siamo più in grado di prenderci cura di queste personeha riferito l’assistente infermieristica geriatrica, Melanie Cabana.

Il tasso di occupazione delle barelle nel pronto soccorso è del 114%. Sono 203 i pazienti ricoverati in ospedale che non necessitano più di cure. In tutto, 405 anziani stanno aspettando un posto al CHSLD.

Ci sono soluzioni. È importante nominarlo. La sig.ra Goulet deplora il fatto che poco sia stato detto sulle soluzioni durante la campagna elettorale, che sta volgendo al termine. Tuttavia, il 54% degli istriani mette la salute al primo posto alla luce delle elezioni.

« Dicono che ci vuole la legge delle proporzioni. Ciò significa che non potremo mai più consentire ai governi di rendere pubblica la rete in questo stato. Se ci fosse una legge sulle proporzioni, avremmo intere squadre di lavoro. »

Citazione da Stephanie Jollet, presidente ad interim della FIQ-SPSCE

In questo modo, si ritiene che molti infermieri del settore privato si integreranno nella rete pubblica.

Secondo il rapporto di Jan Ariel

READ  Il viso che noti per primo rivela ciò che non vuoi mostrare