Luglio 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Giro di Svizzera: Andreas Liknesund vince da solo la seconda tappa

Andreas Liknesund (DSM) ha vinto lunedì la seconda tappa del Tour de Suisse, dopo una pista di 199 km tra Küsnacht et Aesch. Il norvegese ha vinto da solo dopo aver fatto la differenza nell’ultima salita di giornata. A 23 anni ottiene il suo primo successo nel tour mondiale. Vincitore nella prima tappa di domenicaE il Stephen Williams (vincitore del Bahrain) tenne suo figlio maillot de Zaim.

Nella lista dei corridori di questo lunedì, sono elencate tre salite tra cui il Challpass (6,3 chilometri al 6,3%) alla fine della gara, che dovrebbero danneggiare le creature viventi.

Oggi dieci cavalieri formano rapidamente una fuga, inclusi sei svizzeri che sperano di brillare in patria. Claudia Imhoff (Bici svizzere) è il primo ad alzarsi, seguito da Leonardo Basso (Astana) e Simon Fitzthom (Bici svizzere) che non riescono a tenere il passo con il ritmo imposto in testa alla gara.

A 40 chilometri dalla fine, solo 6 sono davanti dopo aver perso velocità Gioele Sutter (Team Emirates Emirates).

Ai piedi dell’ultima salita della giornata, Mathieu Burgodio (TotalEnergies) lancia un attacco mortale Matteo Badelati (Groupama-FDJ) costretto ad abdicare. Dopo poche centinaia di metri, è stata la volta diAndrea Leknesund (DSM) per accelerare. Il 23enne norvegese si è subito isolato al timone della gara e sembra aver fatto la parte più difficile. Troppo forte per arrampicarsi, ha attraversato la cima del Challpass 45 secondi prima del suo primo inseguimento, Jonas scivola (EF Education EasyPost). Quindi il pilota del Team DSM esegue perfettamente la lunga discesa fino al traguardo Per ottenere la sua terza vittoria tra i professionisti, la prima nel giro del mondo.

READ  Ufficiale: Erik Ten Hag est le nouvel entraîneur del Manchester United

Il gruppo, molto lontano dal norvegese, sta lottando per il podio nel nemico e in questo minigioco, unLiberto Petitol (EF Education-EasyPost) è il più forte in primo piano Michele Matteo (cambio bici). Lo stesso pilota italiano, oltre al secondo posto, ha regalato un bel momento di solitudine alzando le braccia al cielo, convinto di aver vinto la gara. peccato per lui, Liknesund Hai già tagliato il traguardo per 38 secondi…