Attualità Campania Salerno

Giornata per la vita e per Vito, ad Albanella la cardiprotezione al centro

giornata per la vita e per Vito

Ritorna venerdì 24 agosto a Borgo San Cesareo di Albanella la “Giornata per la vita e per Vito”

Evento dedicato al divertimento dei bambini e alla cardioprotezione come buona pratica nelle piccole comunità

Una giornata dedicata ai bambini e alla cardioprotezione, ma soprattutto alla comunità. È la Giornata per la vita e per Vito che si tiene venerdì 24 agosto a Borgo San Cesareo di Albanella. L’iniziativa è promossa dall’associazione La Panchina. L’attività ha ricevuto il patrocinio dei Comuni di Torchiara, Albanella e Orria e rientra nelle iniziative sostenute dal CSV Salerno nell’ambito dei Map 2017.

Per Borgo San Cesareo è un grande appuntamento la Giornata per la vita e per Vito. Dalla scomparsa del piccolo Vito, venuto a mancare a causa di un arresto cardiaco, tutti fanno la propria parte per promuovere il tema della cardioprotezione come buona pratica comunitaria.

La festa avrà inizio alle ore 17.00 nella piazzetta di Borgo San Cesareo dove sarà attivo un mini Luna Park. Bolle con giocolieri e trampolieri, pesca di pesciolini, gonfiabili e tiro al bersaglio incanteranno i piccoli presenti grazie allo staff di “Sole e Walterino animazione”. Per i grandi le attività avranno inizio alle ore 20.00 con il laboratorio di pittura estemporanea, area food e anche un’area selfie, mentre alle ore 21.00 concerto per la Vita con “Santarsieri Band” presentati da Stefania Maffeo e Guido Cairone. Alle ore 23.00 prevista l’estrazione dei numeri vincenti per la lotteria di beneficenza. In palio un’opera d’arte dell’artista Fernanda Quaglia.
“L’intero ricavato – commenta Emilia Verderame presidente della organizzazione – sarà infatti utilizzato per cardioproteggere i comuni di Torchiara e Orria con l’istallazione del DAE – Defibrillatore automatico, oltre che occuparci di quello ubicato ad Altavilla Silentina, con la sostituzione delle batterie”.

Negli anni l’associazione ha installato ben 21 defibrillatori su gran parte del territorio cilentano. (Albanella, Altavilla Silentina, Castel San Lorenzo, Felitto, Monteforte Cilento, Piaggine, Laurino) oltre che nell’Istituto Alberghiero di Gromola a Capaccio – Paestum. L’obiettivo dell’associazione La Panchina è quello di installare defibrillatori automatici nei piccoli comuni cilentani lontani dalle strutture ospedaliere. L’impegno de La Panchina è permettere alle comunità locali di averne almeno uno e soprattutto sapere come utilizzarlo.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi