fbpx
Attualità EVIDENZA video

Giornata della Memoria, celebrazioni al Quirinale e nelle Prefetture

“Giorno della Memoria”, il giorno del ricordo dello sterminio nazista contro i diversi. Ebrei, italiani, polacchi, tutti ammazzati secondo logiche illogiche, folli. Logiche che è necessario ricordare per annientarle, per istruire le giovani generazioni su come riconoscerle per sanarle. Nel corso della mattinata, alla presenza dei vertici del Governo, Presidente della Camera e vicepresidente del Senato, sono stati premiati i vincitori del concorso nazionale promosso dal Ministero dell’Istruzione “I giovani ricordano la Shoah”. Particolarmente sentito l’intervento del Capo dello Stato Sergio Mattarella

Così come al Quirinale il Capo dello Stato ha consegnato la medaglia d’onore a Peppino Gagliardi ed al figlio di Livio Pedron,anche nel resto d’Italia in ciascuna delle Prefetture sono state celebrate le cerimonie commemorative.

A Salerno, la manifestazione si è aperta con il “Racconto di una sopravvissuta”, rappresentato dagli studenti dell’Istituto “De Filippis/Galdi” di Cava de’ Tirreni, ed è proseguita con i saluti del Prefetto di Salerno, Francesco Russo, e della Prof.ssa Pina Basile, Presidente della “Società Dante Alighieri” di Salerno, che ha collaborato nell’organizzazione dell’evento.

Successivamente, è stata proiettata una video-intervista al Sig. Felice Magliano, classe 1913, originario di San Giovanni a Piro e superstite dei campi di sterminio, al quale il Presidente della Repubblica ha conferito la “medaglia d’onore”.

Altre sei medaglie d’onore “alla memoria” sono state consegnate ai familiari di cittadini della provincia di Salerno, rinchiusi nei lager nazisti, accompagnati dai Sindaci dei comuni di residenza:

GIOVANNI ALBANO – Bracigliano (alla memoria)

ANIELLO BARBARIA – Pagani (alla memoria)

ANTONIO BRUNO – Piaggine (alla memoria)

PAOLO COSTANTINO – Roccapiemonte (alla memoria)

EMIDDIO PARAGGIO – Battipaglia (alla memoria)

GOFFREDO SESSA – Serre (alla memoria)

L’iniziativa è stata animata dagli studenti dell’Istituto “Basilio Focaccia” di Salerno, che hanno raccontato la dolorosa vicenda dei deportati con la lettura dei versi de “L’Inferno di Auschwitz’ e la proiezione del filmato “La neve grigia”.

Il quartetto d’archi dell’Istituto “De Filippis/Galdi” di Cava de’ Tirreni, invece, oltre all’Inno d’Italia, ha eseguito alcuni brani evocativi della tragedia dell’Olocausto, come Schindler’s List, La vita è bella, Palladio.

laRed TV

ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi