Cronaca EVIDENZA Salerno

Salerno. Vertenza “La Città”, giornalisti in cassa integrazione

Canto del cigno per La Città di Salerno? Il quotidiano – che manca dalle edicole ormai da tre settimane – ha cessato le pubblicazioni, mentre per gli ex dipendenti è stata disposta la cassa integrazione straordinaria. È quanto emerge dall’incontro pubblico che l’ex redazione salernitana ha tenuto stamattina presso la Fondazione Menna a cui ha preso parte anche il presidente Claudio Tringali.

“Abbiamo assistito a una vera e propria serrata da parte dell’azienda – ha dichiarato Tringali –. I giornalisti, senza alcun preavviso, hanno trovato le porte della redazione chiuse, perdendo così il lavoro con umiliazione e una totale mancanza di rispetto”.

“Si é certificata una morte annunciata – ha sentenziato Clemy De Maio, componente del Cdr e segretario provinciale del Sucg – L’8 marzo prossimo questo giornale avrebbe compiuto 23 anni. In questo periodo siamo riusciti a diventare una comunità. Invece agli imprenditori Vito Di Canto e Giovanni Lombardi sono bastati poco più di due anni per distruggerlo. Siamo di fronte a un piano preordinato passato per l’esternalizzazione di settori, strategie suicide e mortificazioni. Ci giungono voci e indiscrezioni relative all’apertura di un nuovo giornale. Se questa ipotesi dovesse prendere corpo i lettori devono sapere che non é un progetto che ci vede partecipi. Noi non ci siamo”.

Il sindacato Sucg, nella persona del segretario Claudio Silvestri, ha fatto sapere che si opporrà in tutte le sedi al tentativo di riportare il giornale in edicola senza gli attuali dipendenti. Silvestri ha poi rivolto un appello ad altri imprenditori affinché possano rilevare la testata e ridare voce al secondo quotidiano della Campania.

laRed TV





Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi