Attualità Campania EVIDENZA

Gioco patologico, Conferenza Regioni: ok al fondo da cento milioni

Cento milioni per combattere il gioco d’azzardo. Questa la cifra del Fondo per il Gioco d’azzardo approvata dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

Ora si potrà combattere in maniera più efficace la ludopatia ed il gioco patologico. Grande soddisfazione da parte del presidente Stefano Bonaccini, che ha sottolineato la comunione di intenti delle regioni e province autonome verso il comune obiettivo di lotta alla ludopatia. I cento milioni verranno ripartiti tra le venti regioni d’Italia, quattro milioni in meno per Lazio e Campania, 4.1 milioni alla Sicilia, Lombardia riceverà circa 8.2 milioni di euro. La ripartizione si basa sui criteri per quote di accesso, gli stessi usati per il Fondo Sanitario Nazionale.

Il fondo consentirà di alimentare “le prestazioni di prevenzione e riabilitazione indispensabili per curare i soggetti coinvolti” ricorda Bonaccini.

L’obiettivo sarà quello di limitare i danni causati dal gioco patologico. Solo nel 2017, secondo i dati del Monopolio di Stato rielaborati dal Presidente dell’Associazione per lo studio del gioco d’azzardo Maurizio Fiasco, gli italiani hanno speso complessivamente 101,85 miliardi di euro. Un aumento del 6% rispetto all’anno precedente, addirittura del 142% se si leggono i dati del 2007. Tra le province più colpite, quelle di Prato e Teramo, con quote pro capite pari rispettivamente a 3796 e 2400 euro. Un segnale forte per combattere una piaga che, tra i cittadini con più di diciotto anni, interessa una spesa pro capite di 1697 euro.

laRed TV





Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi