Novembre 27, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gazprom sospende le consegne all’Eni italiana per “problema” in Austria

Gazprom ha completamente interrotto le forniture di gas all’Eni, adducendo “l’impossibilità di trasportare gas attraverso l’Austria”.

Gazprom ha completamente interrotto sabato le forniture di gas a Eni, affermando che è “impossibile trasportare gas attraverso l’Austria”, ha annunciato il colosso italiano degli idrocarburi in un comunicato stampa.

“Gazprom ci ha detto di non poter confermare la consegna dei volumi richiesti oggi (sabato, ndr) adducendo l’impossibilità di trasportare gas attraverso l’Austria”, ha detto Eni.

Questo sabato, ha aggiunto, “di conseguenza, il flusso di gas russo verso Eni attraverso l’ingresso di Darvizio sarà zero”. La maggior parte del gas russo fornito all’Italia passa attraverso l’Ucraina, attraverso il gasdotto TAG, arrivando a Tarvisio, nel nord del Paese, al confine con l’Austria.

Il gas russo è in calo

Un portavoce di Eni è stato citato dall’agenzia di stampa italiana AGI affermando che “Gazprom afferma di non poter rispettare le regole richieste per ottenere un servizio di consegna gas in Austria, mentre l’Austria continua a ricevere gas. Al punto di consegna al confine slovacco-austriaco” .

“Stiamo lavorando con Gazprom per verificare se possiamo riprendere i flussi verso l’Italia”, ha affermato.

Le esportazioni di gas russe verso l’Europa sono in costante calo da quando sono iniziate le sanzioni contro la Russia. Sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina, Eni ha annunciato all’inizio di marzo che avrebbe venduto la sua partecipazione del 50% nel gasdotto Blue Stream, che controlla in egual misura con il colosso russo Gazprom.