fbpx
Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno

Galdi: “Il PUC? Un pezzo di carta che non servirà a nulla”

“La situazione è immutata e il PUC è un pezzo di carta che non servirà a niente – afferma il consigliere comunale – Nulla di personale con la Minieri, ma siamo assolutamente fermi ed abbiamo sprecato 3 anni e mezzo”.

Intervista integrale

“Il PUC? Un pezzo di carta che non servirà a nulla” lo dice il consigliere comunale di Cava de’ Tirreni Marco Galdi, ai microfoni di #GiroPagina, a valle delle dichiarazioni rilasciate dall’assessore all’urbanistica Giovanna Minieri che, proprio ai nostri microfoni, ha confermato che il Piano tanto atteso dalla città, entro 15 giorni sarà approvato in giunta.

La spiegazione, a detta di Galdi, sta proprio nella misura in cui il PUC ha un vincolo legislativo rappresentato dal PUT della Costiera Sorrentino Amalfitana, paletti che hanno determinato il debordare dell’abusivismo.

“Quando ho fatto il Sindaco abbiamo proposto emendamento alla legge 35/87 approvato in consiglio regionale, per cui era possibile approvare il PUC difforme al PUT, affinché ci fosse stato il voto favorevole del consiglio regionale – spiega Marco Galdi – Intanto nel 2016 c’è stata l’abrogazione dell’ultimo comma dell’art. 7 della 35/87 che avevamo introdotto 2014”.

Da qui alle conclusioni: “Si tratta di un passo indietro drammatico che condanna Cava all’immobilismo urbanistico e al mancato sviluppo della Città. Il PUC è stata un’opportunità sprecata – chiude poi Galdi – Un pezzo di carta che verrà approvato e non ce ne faremo nulla”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi