Ottobre 3, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Fusione nucleare: un annuncio a sorpresa dalla Cina, sarà il Paese il primo a dominare il potere del sole?

Gli scienziati cinesi hanno appena annunciato il loro desiderio di perfezionare la fusione nucleare entro sei anni.

Forte, pulito, sicuro e inflessibile. La fusione nucleare, che riproduce l’energia del sole, è l’ultima energia del Santo Graal. Un vero passo avanti per l’umanità, che molte nazioni stanno seguendo, senza averlo raggiunto in pieno, in questo momento.

Nessun team al mondo è ancora riuscito a costruire un reattore che produca più energia di quella necessaria per creare una reazione di fusione. Se la società coreana Tokamak KSTAR ha recentemente annunciato di aver avuto successo Mantenere il plasma per più di 17 minuti a più di 70 milioni di gradiTuttavia, i progressi compiuti negli ultimi dieci anni rimangono ardui e limitati.

Ma all’inizio di questo mese, la Cina ha fatto un annuncio sorprendente. Il Paese intende controllare la fusione nucleare entro la fine del decennio.

ibrido centrale

Il 9 settembre, il professor Peng Xianguo dell’Accademia cinese di ingegneria fisica ha confermato che il governo cinese ha approvato la costruzione della più grande centrale elettrica a impulsi del mondo a Chengdu, nella provincia centro-occidentale del Sichuan.Tempi dell’Eurasia. Sarà un impianto ibrido che mescola fissione nucleare e fusione.

L’energia di fusione di questo impianto, infatti, non sarà utilizzata direttamente per alimentare la rete elettrica: sarà diretta a creare un flusso di particelle veloci che colpirà l’uranio, il combustibile per la parte “a fissione” della centrale. .

Una tecnica, diversa da quella scelta dagli occidentali, che potrebbe consentire alla Cina di realizzare più rapidamente un sistema praticabile. Le autorità cinesi contano sulla padronanza tecnica a partire dal 2028. Per uso commerciale previsto nel 2035.

READ  Cosa mangi per stare bene? (Un pozzo)