fbpx
Campania Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA video

Furti nelle abitazioni. L’appello di Del Vecchio

Cava de’ Tirreni. Non si placano i furti nelle abitazioni, non si placa il fenomeno che sta mettendo in ginocchio la Città che forse mai, come in questo momento, sta vivendo una situazione davvero drammatica.

Giornali pieni zeppi di cronaca, sempre gli stessi titoli, sempre gli stessi motivi, una sola parola: furti nelle abitazioni.

Diventa dunque difficile trovare una serenità, necessaria a questo punto, diventa difficile dormire chiudendo tutti e due gli occhi.

Il Sindaco Servalli, attraverso un appello, ha fatto comprendere che l’Amministrazione ce la sta mettendo tutta. Da qui all’assessore con delega alla Sicurezza di Cava de’ Tirreni Giovanni Del Vecchio che lancia un appello importante in relazione ai furti nelle abitazioni:

“L’allarme sicurezza ha assunto proporzioni importanti per un tema molto sentito dalla Città, dal sindaco e dal sottoscritto. I furti nelle abitazioni sono la forma più vile perché colpiscono l’intimità. L’amministrazione non può tollerare ed è consapevole di questa problematica e sta profondendo il massimo sforzo”

Se questo punto di vista viene largamente condiviso, certamente nell’ambito delle preoccupazioni è importante comprendere luoghi e modalità di intervento.

“La Polizia Locale sta operando in maniera alacre sul territorio e con grossi sacrifici. Le zone interessate sono note: dall’Anunziata a San Pietro, Maddalena e su ogni punto c’è una pattuglia per fermare persone sospette”.

C’è anche la questione Ronde. Ecco il consiglio di Del Vecchio

“No alle ronde armate ed improvvisate, sì alle organizzazioni di gruppi soprattutto alla luce della nuova normativa sulla legittima difesa che estende questa alla proprietà”.

Dalla collaborazione con la Protezione Civile, agli strumenti dei Vigili del Fuoco

“Avevamo pensato al drone della Protezione Civile, ma non ha il visore notturno, chiederemo aiuto ai Vigili del Fuoco”.

Non manca la polemica e la risposta al “pirla di turno”

“Quando leggo sui social il “pirla di turno” che fa demagogia sulla sicurezza o strumentalizza per motivi elettorali io resto costernato, è come fare polemica sull’ospedale – chiude Del Vecchio – Abbiate fiducia nelle istituzioni e segnalate tutto ciò che è sospetto. Faremo di tutto per stanare i responsabili”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi