Campania Cava de' Tirreni

Cava de’ Tirreni. Forno crematorio, Metellia pronta a investire per ampliamento

cimitero

Dalle attuali 1200 cremazioni annue a 4000

Cava de’ Tirreni. La Metellia Servizi pronta a investire oltre 1 milione e mezzo di euro per il potenziamento del forno crematorio al cimitero. L’obiettivo è incrementare il servizio per poter passare dalle attuali 1200 cremazioni annue a 4000 cremazioni annue.

L’ok al progetto esecutivo è arrivato nei giorni scorsi dalla giunta comunale con apposita delibera sottoscritta dall’assessore alle opere pubbliche Nunzio Senatore e dal sindaco Vincenzo Servalli.

«L’Amministrazione Comunale – si legge nel documento – ha intenzione di potenziare il servizio di cremazione del civico cimitero con l’ampliamento dei locali destinati alla cremazione e con l’installazione di un forno crematorio a due bocche e relative opere annesse che consentirà di aumentare il numero di cremazioni. L’intervento è inserito nella programmazione triennale delle opere pubbliche 2020/2022. A tale fine l’ufficio tecnico del IV settore ha redatto il progetto di fattibilità tecnica ed economica relativo all’intervento denominato “Lavori di ampliamento e potenziamento del tempio crematorio del civico cimitero”. L’importo previsto per la realizzazione dell’intervento in questione ammonta a 1 milione e 573 mila euro e sarò finanziato con i fondi della NewCo “Metellia Servizi Cimiteriali”».

La disposizione dei lavori arriva a un anno e mezzo dall’attuazione del piano di spacchettamento della Metellia Servizi in NewCo (sotto-aziende che si occupano separatamente di gestione della sosta, igiene ambientale e servizi cimiteriali).

Nel febbraio del 2019, infatti, la giunta aveva approvato il nuovo piano industriale di Metellia e il percorso di riorganizzazione della società in house del Comune che ha previsto la suddivisione dell’azienda in nuove compagnie, tra cui quella dedicata ai servizi cimiteriali.

La “NewCo Servizi Cimiteriali”, in particolare, è diventata affidataria di un nuovo contratto di servizio da parte del Comune secondo il modello della società mista pubblico-privato con socio operativo privato individuato con apposito bando di gara. Da qui alla possibilità di investire 1 milione e mezzo di euro interamente a carico del socio privato per la realizzazione del nuovo impianto di cremazione.

Nel frattempo, costituita la “NewCo Servizi Cimiteriali”, si lavora alla definizione della società che si occuperà dell’igiene ambientale, mentre il ramo sosta continuerà ad essere gestito da Metellia con le stesse modalità e negli stessi termini dell’attuale gestione in house.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi