Novembre 28, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Formula 1 | Verstappen saluta la Honda: senza di loro non ci saremmo riusciti

Max Verstappen ha vinto il titolo piloti con la Red Bull, ma anche con un motore Honda in macchina. Il campione del mondo 2021 ha reso omaggio al produttore di motori giapponese, che ha compiuto enormi progressi dall’inizio della sua collaborazione con la Red Bull.

Il produttore ha firmato un disastroso ritorno in F1 con la McLaren tra il 2015 e il 2017, poi si è unito alla Toro Rosso – ora AlphaTauri – nel 2018. Nel loro primo anno di partnership con Red Bull, nel 2019, il duo ha avuto il suo primo successo in Austria, prima che si ripristini in Germania e Brasile.

Con due ulteriori successi nel 2020, sono entrati nella stagione 2021 introducendo in anticipo il motore 2022, che ha visto la Red Bull ottenere 11 vittorie, dieci delle quali con Verstappen.

“Il rapporto con Honda è stato fantastico, guardando da dove provenivano quando si sono uniti a noi. È stato molto commovente firmare la nostra prima vittoria insieme, è andata sempre meglio e siamo stati in grado di vedere i progressi nel tempo” Verstappen ha dichiarato giovedì a margine del gala della FIA.

Ricorda la sfida tecnica che il costruttore di motori ha affrontato quest’anno: “Avevano un design del motore per il 2022 e hanno detto di portarlo con un anno di anticipo”. È stato molto impressionante e senza di esso non avremmo potuto farlo. Erano molto emozionati e dopo il titolo si stavano coccolando e piangevano. “

Questo accesso anticipato al motore 2022 per combattere la Mercedes ha impressionato Christian Horner, boss della Red Bull: “La passione, l’impegno e l’etica di Honda… Fin dal primo giorno, questo rapporto è stato eccezionale.”

READ  Campionati Europei: Lotte Kobeki vince la medaglia d'oro!

“Si può vedere la loro cultura ed etica del lavoro. L’arrivo di questo motore era previsto da un anno e, se si tiene conto dell’incidente di Silverstone, Max ha trascorso l’intera stagione con tre motori”.

Horner saluta anche Toyoharu Tanabe, direttore tecnico del programma F1 della Honda, per il suo coinvolgimento a lungo termine con il produttore. Rileva inoltre che il produttore di motori ha aspettato 30 anni per riconquistare le vette della Formula 1.

“Questo è il loro primo titolo in 30 anni, e l’ultimo è stato con Ayrton Senna nel 1991. È un grande momento per loro e Tanabe-san era lì in quel momento per testimoniarlo. Non ha i preservativi. È un ragazzo ci divertiamo” L’ho visto sorridere in tre anni Finalmente domenica si è tolto la maschera.