Dicembre 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Formula 1 | Secondo quanto riferito, Verstappen ha pagato Perez per pagare l’incidente “deliberato” del Monaco

Max Verstappen ha ignorato gli ordini della sua squadra al Gran Premio del Brasile di Formula 1 come rappresaglia per un “incidente intenzionale” che si sarebbe verificato all’inizio di questa stagione.

Il clan olandese che circonda il doppio mondiale è esploso sui media locali dopo la gara e dovrebbe – Prendi il solito forcipe Torna a Monaco per scoprire perché non vuoi aiutare Sergio Perez oggi a Interlagos.

Qual è questa teoria? Perez è caduto in qualifica, causando una bandiera rossa, che è costata a Verstappen la possibilità di afferrare il centro della scena. Perez ha continuato a vincere la gara.

Secondo questi media Perez in seguito ha ammesso al capo della squadra Christian Horner e al consigliere Helmut Marko di aver rotto di proposito Per creare una bandiera rossa. Perché pinzette? Perché Perez era terzo dietro alle Ferrari al momento dell’incidente.

Interrogato nuovamente dai media, Max Verstappen ha mostrato un segno di disagio e lo ha ammesso “Non hai dimenticato”.

Verstappen un questo “oui” Alla domanda se un particolare incidente ha causato la sua disobbedienza, senza chiarire se si trattasse di Monaco.

“Ammetto che ci siamo seduti tutti insieme prima di venire qui per parlare di cosa dobbiamo fare per arrivare secondi”.

“Abbiamo messo tutto sul tavolo. Certo, da parte di Chico capisco che erano delusi, ma ho anche dato ragioni per non farlo, per questa cosa che è successa. È passata”.

“Ecco perché ne abbiamo parlato e alla radio ho detto che ho le mie ragioni. Andiamo ad Abu Dhabi, Chico e Charles (Leclerc) sono a punti e se ha bisogno di aiuto per finire lì prima di Charles, lo aiuterò”.

READ  Lazio déboussole le Feyenoord, Ferencváros s'offre Trabzonspor / C3 / Résumé / SOFOOT.com

Ma è Monaco? Verstappen ha risposto: “Non è necessario parlarne nei media. Ma è importante come squadra che ne parliamo tra noi e parliamo dell’incidente. Punto”.