Settembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Formula 1 | McLaren F1: Seidl spiega il motivo principale della scarsa prestazione di Spa

Il team McLaren F1 ha superato il weekend termale e non è riuscito a conquistare un solo punto, lasciando la rivale Alpine a prendere il comando nel campionato mondiale costruttori.

Lando Norris è stato tra i tanti piloti che sono stati puniti alla griglia di partenza in Belgio, ma né lui né il suo compagno di squadra Daniel Ricciardo avevano abbastanza velocità e si sono ritrovati impotenti una volta rimasti bloccati nel treno DRS.

Per Andreas Seidl, Team Principal a Woking, le difficoltà sono dovute principalmente alla mancanza di trazione dell’MCL36 in uscita dalla curva 1, che ha portato i suoi piloti a essere penalizzati molto prima del rettilineo di Kemmel, che è molto importante per vincere o per difendere una posizione.

“Ovviamente, è stata una sorpresa che ci mancassero le prestazioni. Ma a causa delle nostre carenze, abbiamo dovuto accettare il fatto che altre macchine erano più veloci delle nostre e potevano superarci,” disse Seidel.

“Poiché alla curva 1 ci mancava la trazione, ad esempio, eravamo sempre bloccati e correvamo il rischio di sorpassi, quindi non siamo mai stati allo scoperto e questo ha influito ancora di più sulla nostra competitività. Ecco perché abbiamo dovuto accettare il 12° e il 15° posto , che ovviamente è una delusione.

“Penso che in termini di velocità siamo stati veloci questo fine settimana. Ma il nostro problema più grande è stata la mancanza di trazione alla prima curva”.

“Ecco perché, come ho detto, eravamo in pericolo e non potevamo sorpassare perché non potevamo avvicinarci abbastanza per uscire dalla prima curva anche se in aereo saremmo stati più veloci. Liberi”.

READ  Super League: Anderlecht prend sa revanche dans le Clasico et se rapproche du titre

L’Alpine F1 ha preso il comando ma la McLaren “cercherà di rispondere” di Zandvoort

Alpine F1 ora ha 20 punti in più rispetto alla McLaren in campionato, ma Seidl ci crede ancora per la sua squadra che potrebbe, ricorda, essere più o meno efficiente a seconda del tipo di circuito.

“Le Alpi hanno fatto un lavoro migliore di noi questo fine settimana e dobbiamo ammetterlo. Ma allo stesso tempo non molliamo”.

“Ci restano otto gare, quindi ci sono molti punti da segnare e non è passato molto in Ungheria, su un circuito diverso e con altre condizioni, siamo stati in grado di competere. Eravamo la quarta squadra migliore in circolazione”.

“Quindi ci prenderemo il tempo per analizzare questo fine settimana, vedere cosa possiamo migliorare e provare a combattere di nuovo a Zandvoort”.

Se Andreas Seidl è ottimista su Zandvoort, non è il caso del suo pilota Lando Norris, che si basa sull’esperienza del 2021.

“Ca ne pourrait pas être pire que ce weekend pour nous. Il faut beaucoup d’appuis là-bas et j’espère que nous serons dans une position similaire à celle de Budapest. Mais l’année dernière, c’était circuit” per noi.”