Dicembre 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Formula 1 | Magnussen tycoon, altre brutte notizie per Schumacher

Mick Schumacher non ha aiutato le sue possibilità di firmare un nuovo contratto per la Haas F1 a Interlagos con la sua ultima qualificazione allo sprint.

Ancora peggio per il 23enne tedesco, il suo compagno di squadra Kevin Magnussen ha sbalordito il mondo di F1 con il suo successo e il primo posto per la squadra, aiutato ovviamente dalla bandiera rossa e dalla pioggia nel terzo quarto.

Anche il consulente della Red Bull, il dottor Helmut Marko, ha dovuto ammettere che è stato un risultato straordinario per il danese.

“Magnusen ha colto l’occasione ed è uscito per primo e aveva il giro libero. Max (Verstappen) ha mancato l’ottava curva, che è costata cinque decimi, altrimenti sarebbe bastato”.

Tuttavia, Marko è fiducioso che Verstappen vincerà facilmente allo Sprint.

“Non importa se la strada è asciutta o bagnata. Max deve stare attento, perché abbiamo visto in passato che Magnussen sa fare anche cose pazze. Abbiamo visto a Singapore che a volte è un avversario tosto e sgradevole in una duello. Max ci proverà, ma senza troppi rischi. Penso che vincerà lo sprint”.

Il boss della Haas F1 Gunther Steiner era chiaramente soddisfatto della pole di Magnussen e meno impressionato dal traguardo di Schumacher al 20° posto.

“Secondo me, quando ha lasciato era molto riluttante a fare un tour. Non ho ancora parlato molto con Mick delle sue qualifiche, ma è venuto subito da me e si è congratulato con me”.

Steiner ha accennato in Brasile che un annuncio potrebbe essere fatto nei giorni che precedono il Gran Premio di Abu Dhabi che si terrà il prossimo fine settimana. Alcuni media stanno già parlando di una conferenza su questo argomento giovedì allo Yas Marina Circuit.

READ  Caso Mbappe: la Federcalcio francese ha cambiato volto

Per Mick Schumacher la situazione si fa più difficile perché Nico Hulkenberg è il primo candidato.

“Non ho un piano B. Ci penserò quando sarà il momento. Ma sono qui perché amo lo sport. Non guido perché voglio mostrare le cose alla gente, lo faccio per me, ” Ha detto tra le voci che potrebbe ingaggiare Alpine o Mercedes F1 come pilota di riserva.

Nonostante la Red Bull Nyck de Vries abbia scelto l’AlphaTauri nel 2023, il capo del team faentino Franz Tost afferma che essere in disparte per un anno potrebbe mettere fine alla carriera di Schumacher in F1.

“Sarebbe un peccato se non fosse qui per il suo terzo anno, che generalmente è il più importante per un giovane pilota”.

“Dico sempre che un pilota ha bisogno di tre anni per conoscere il suo valore in Formula 1. E questo significa che il 2023 dovrebbe essere l’anno decisivo per Mick”. Non è solo una fase di sviluppo importante per le capacità di guida, ma anche una completa comprensione delle capacità di guida della Formula 1″.

“Interromperebbe il suo ritmo. Tornare da lui richiede molto tempo ed energia.”