Novembre 27, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Formula 1 | La causa delle tensioni tra Haas F1 e Schumacher è finalmente nota?

Il rapporto tra Mick Schumacher e Haas F1 si è così chiaramente deteriorato che Günther Steiner sta ora considerando Nico Hülkenberg di guidare il prossimo anno. Iao Komatsu (foto a sinistra), direttore tecnico della pista del team, conferma che il comportamento di Schumacher è stato un problema, in particolare in Austria.

Mick era dietro Kevin [Magnussen] Questo lo ha frustrato”. disse Komatsu. “Il suo focus su Sprint non era la cosa giusta. Ne abbiamo parlato dopo l’evento. Abbiamo parlato prima di Sprint di come lo faremo come squadra. Ma quello che ha fatto dopo non è stato eccezionale. E cosa ha detto dopo che non era neanche un granché”.

Schumacher ha comunque disputato la sua miglior gara della stagione in Austria, ma sembra che il tedesco abbia chiaramente paura del compagno di squadra e voglia licenziarlo. Possibili resti di una relazione conflittuale con Nikita Mazepin? Komatsu pensa comunque che non dovrebbe succedere così ad Haas.

“A volte Mick si concentra troppo sul suo compagno di squadra. Quindi gli dico ‘Senti, Kevin adora davvero aiutarti e dirti cose che non direbbe mai a Roman’ [Grosjean] in precedenza’. Poi Mick pensa e si rende conto che la cosa più importante per la squadra è salire nel campionato costruttori”.

“Gli spiego ‘Mick, stai facendo un buon lavoro, concentrati sulla tua prestazione non su questo.’ E poi tutto è di nuovo a posto. È così bello per Mick avere un compagno di squadra così affermato come Kevin. Non l’abbiamo fatto sapere in anticipo come stava “bene”.

Komatsu ha sottolineato che l’anno contro Mazepin non ha necessariamente aiutato Schumacher a svilupparsi. L’ingegnere tiene in grande considerazione il pilota tedesco ora che ha saputo giudicare meglio le capacità di quest’ultimo.

READ  Giro di Spagna - Primoz Roglic sarebbe bravo al via della Vuelta: la composizione di Jumbo-Visma

“Poi è arrivato Kevin e ci ha dato quel punto di riferimento. Pensiamo che con la nostra macchina del 2021 saremmo stati al sicuro contro la Williams, avremmo potuto combattere se avessimo avuto Kevin in quel momento. Mick ne avrebbe beneficiato nel suo sviluppo”.