Attualità

Finito il Natale, al via il riciclo dei regali online

Bello, bellissimo. Poi scopri che il tuo dono costato una cifra, ponderato rispetto al carattere, agli usi e costumi del capo o dell’amico, è finito su ebay all’asta. Il regalo è stato difatto riciclato. Altro che “grazie, lo indosserò subito!”. Ma quanti sono gli italiani che riciclano e dove?

Per renderlo più “diplomatico” invece di riciclo lo potremmo chiamare regifting. Fatto sta che i regali sgraditi che sono stati rimessi in vendita, utilizzando eBay.it ci sono e, rispetto all’anno scorso, al tendenza al ricicl … ehm … regifting online è cresciuta del 14%. Quanti sono gli italiani che hanno mentito con un sorriso di circostanza o un grazie assai disinvolto? 3 milioni. Però!

Sul portale eBay.it non mancano i classici articoli di abbigliamento e accessori (come la borsa Marlboro Classic messa in vendita, sinceramente, per causa “regalo sgradito di mio padre” o l’orologio Hoops rosso ricevuto due volte dalla proprietaria), i pezzi d’arredamento e di design, oggettistica per la casa e piccoli elettrodomestici (come le varie lampade di design “doppie” o il cofanetto blu ray delle prime due stagioni del Trono di Spade rivendute a causa “errato regalo”) e i numerosi doni dal mondo tech (dalle fotocamere digitali agli smartphone) con la dicitura più ricorrente “vendo causa regalo doppio”.

Regifting online: +14% rispetto al 2015. Una percentuale tutto sommato bassa se consideriamo che poco meno della metà si dice insoddisfatto del regalo ricevuto

Il fenomeno del regifting online, secondo una ricerca eBay commissionata a TNS*, è cresciuto del 14% rispetto allo scorso anno, coinvolgendo oltre 3 milioni di connazionali che si sono detti pronti a rivendere online i doni non apprezzati. Tendenza in ascesa anche a fronte dell’esercito di “delusi” del Natale passato. Quasi la metà (49%) del popolo dello Stivale infatti, nel 2015 ha ricevuto almeno un regalo indesiderato, per un totale di oltre 19 milioni di persone che auspicabilmente quest’anno avranno adottato contromisure efficaci.

Come verrà utilizzato il ricavato dalla vendita dei regali sgraditi?

Il 54% dei potenziali rivenditori intervistati dichiara che metterà da parte i guadagni per risparmiare, mentre 1 regifter su 3 li utilizzerà per comprare qualcosa di nuovo per sé. Tendenza questa più comune fra gli uomini, che dimostrano un sano egoismo nel 50% in più dei casi rispetto alla controparte femminile. Il gentil sesso infatti, si mostra più incline al risparmio in previsione di future ispirazioni o spese. Un altro dato curioso – il 16% dei rivenditori utilizzerà il denaro ricavato proprio per pagare le spese relative al Natale.

Secondo eBay.it ecco i 5 passaggi per dare una seconda chance ai regali indesiderati:

1.    Scaricate l’App mobile di eBay per iOS o per Android.

2.     Ragionate su come valorizzare al meglio il vostro articolo: scattate foto accattivanti, descrivete il prodotto in modo dettagliato (brand, taglie, colori, dati sui materiali, funzionalità particolari, specifiche tecniche) e precisate che si tratta di un oggetto nuovo, appena scartato.

3.     Scegliete il formato di vendita. Se si tratta di un prodotto raro o molto popolare, si consiglia di selezionare asta a partire da 1 euro. è auspicabile anche una veloce ricerca sul marketplace per farsi un’idea dei prezzi di prodotti simili.

4.     Offrite diversi metodi di pagamento, prediligendo quelli più sicuri come PayPal, che vi permetterà di ricevere un pagamento immediato.

5.     Soffermatevi sulle modalità di spedizione: con spedizioni.ebay.it si potrà controllare in pochi click la tariffa più conveniente con un risparmio fino al 40%. Il pacco potrà essere ritirato direttamente a casa vostra o potrete scegliere di consegnarlo presso il punto di ritiro del corriere più vicino.

 

Scopri l'Autore

Antonio Ioele

Antonio Ioele

10 anni, tra Italia ed estero, tra radio, tv, carta stampata e web. Da febbraio 2017 sono il delegato dello "Studio Associato laRed" (P.IVA 05569100653), proprietario della testata giornalistica laRedazione.eu.

Il portale www.laredazione.eu è fisicamente alloggiato presso i server di Aruba S.p.A.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi