Agosto 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Finanziamenti: l’euro ha raggiunto la parità con il dollaro, per la prima volta dal 2002

Quali sono le conseguenze tangibili di questo consumo?

Sull’inflazione e il potere d’acquisto delle famiglie

Secondo l’ufficio statistico europeo Eurostat, quasi la metà dei prodotti importati nell’eurozona viene fatturata in dollari contro meno del 40% in euro.

È il caso, ad esempio, di molte materie prime, a cominciare da petrolio e gas, i cui prezzi sono già aumentati negli ultimi mesi nel contesto della guerra in Ucraina.

Ma con la svalutazione della moneta europea, servono più euro per acquistare prodotti importati in dollari. “I prodotti importati perdono competitività […] Quindi è più costoso., si riferisce a Isabel Meguin, professoressa presso l’Istituto di Scienze Po. Ciò contribuisce ad accelerare l’inflazione e minaccia il potere d’acquisto delle famiglie.

A proposito, il deprezzamento dell’euro nei confronti del dollaro lo farà “Ovviamente sta rallentando il turismo europeo, soprattutto negli Stati Uniti”Poiché hanno bisogno di più euro per pagare lo stesso importo in dollari, il conto per la loro residenza aumenta negli Stati Uniti così come nei paesi la cui valuta è ancorata al dollaro (Qatar, Giordania…), avverte William de Vigelder, economista di Bnp Paribas. Al contrario, i turisti americani così come i turisti qatarioti o giordani beneficiano dello scambio: durante la loro permanenza nell’Eurozona, possono consumare di più a parità di dollari.

READ  5G: plusieurs compagnies suppriment leurs vols vers des aéroports o la 5G est installée