Cava de' Tirreni EVIDENZA

Cava de’ Tirreni. Mancano i materiali. Fermi i lavori di Via Pasquale Di Domenico.

fermi i lavori
Sp 38 - via Pasquale Di Domenico

Cava de’ Tirreni. Mancano i materiali. Fermi i lavori di Via Pasquale Di Domenico.

Dopo la posa della prima pietra dello scorso 15 novembre non sono stati ancora avviati in maniera fattiva i lavori di messa in sicurezza e ripristino della viabilità in via Pasquale Di Domenico.

La strada, di competenza provinciale, lo scorso febbraio fu oggetto di un fenomeno franoso che ha diviso letteralmente la frazione di Sant’Anna in due parti causando gravi disagi per la comunità e le attività commerciali. Il problema, a quanto fatto sapere dagli uffici tecnici di Palazzo Sant’Agostino, riguarderebbe la mancanza dei materiali necessari per la disposizione dei sottoservizi preliminare all’avvio del cantiere vero e proprio.

Circostanza, questa, che ha messo a dura prova – ancora una volta – la già provata pazienza dei residenti e di chi, come il consigliere comunale di minoranza, Vincenzo Lamberti, li rappresenta. È stato proprio Lamberti, infatti, ad intervenire ancora una volta sulla questione per sollecitare la messa in atto dei cantieri ed evitare ulteriori sprechi di tempo.

«Siamo davvero stanchi – ha commentato Lamberti – sono passati nove mesi e mezzo da quando la strada ha ceduto. Lo scorso 15 novembre, finalmente, si è voluto dare il via ai lavori con tanto di cerimonia in pompa magna. Però dopo incontri, sopralluoghi, riunioni, conferenze di servizi, progettazioni, gara e tutte le procedure burocratiche seguite, è possibile non si sia riuscito ad anticipare e quindi evitare questo problema delle forniture? Di fatto i lavori non sono mai iniziati, se non sulla carta. Cominciamo a preoccuparci seriamente. Ci dicono che tutto dipende dalla Telecom e dalle altre società che si occupano dei sottoservizi che non hanno i materiali, e in tutti questi mesi cosa si è pianificato? Bisognava programmare tutto prima dell’avvio del cantiere. Ora ci auguriamo che si rispetti il cronoprogramma previsto, il termine fissato è di 120 giorni ritenuti utili per la realizzazione dei lavori, quindi entro il 15 marzo prossimo tutto dovrà essere risolto».

Scopri l'Autore

laRedazione

laRedazione

Account ufficiale de laRedazione.

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi